Un altro Di Napoli, l’ex Labonia e Nanula nello staff di “Re Artù”

Lello Di Napoli e Sasà CampilongoLello Di Napoli e Sasà Campilongo ai tempi dell'esperienza ad Empoli

Continua a prendere forma il nuovo Messina. Mentre la società lavora in ottica riammissione, Di Napoli allaccia i contatti necessari per allestire la nuova rosa. Mercoledì, proprio mentre il Tribunale Federale Nazionale aprirà il dibattimento sulla posizione di Vigor Lamezia e Barletta e quindi sul possibile ritorno in Lega Pro dell’ACR, dovrebbe essere programmato un primo raduno al San Filippo.

Stadio San Filippo

Il manto erboso dello stadio San Filippo non può ancora essere calpestato, per via della risemina in corso

L’organico verrà comunque allestito giorno dopo giorno, per cui a questa prima chiamata dovrebbero rispondere soltanto una decina di atleti. Tra loro i primi acquisti e quattro o cinque elementi delle giovanili. D’altronde in sei (i difensori D’Angelo e Sciotto, i centrocampisti Bellamacina e Scarbaci, gli attaccanti Giove e Sciliberto) erano stabilmente aggregati alla prima squadra già nella passata stagione. 

Arturo Di Napoli, che dopo un quinquennio da calciatore in riva allo Stretto, indosserà per la prima volta le vesti di allenatore, ha già chiarito che la priorità assoluta è rappresentata dalla scelta degli under, che d’altronde sono determinanti sia in terza serie che tra i Dilettanti (dove vi è l’obbligo di schierare un ’95, due ’96 ed un ’97). Poi si potrà pensare agli over, tra i quali però non dovrebbe esserci spazio per i “fuori quota”. Nelle prossime ore è atteso l’arrivo in città di un nuovo direttore generale e di un direttore sportivo, che a questo punto non sarà l’ex Fabrizio Ferrigno.

Il preparatore atletico Maurizio Nanula

Il preparatore atletico Maurizio Nanula dovrebbe far parte dello staff di Arturo Di Napoli

Chiusa la trattativa con Pietro Lo Monaco, la società di Stracuzzi sembra orientata a rinnovare sensibilmente la dirigenza. L’organico verrà ricostruito praticamente da zero, anche perché quasi tutti i componenti della formazione retrocessa tra i Dilettanti si sono già accasati ed i superstiti non sembrano rientrare tra i piani. Sarebbe stato praticamente definito invece il nuovo staff tecnico. Al fianco di “Re Artù”, nelle vesti di allenatore in seconda, ci sarà un altro Di Napoli (!), che di nome fa Raffaele. Particolarmente ricco il suo curriculum in panchina: un’ottima “spalla” per Arturo.

Il Di Napoli meno noto a queste latitudini è stato infatti lo storico vice di Sasà Campilongo in tutte le avventure del tecnico napoletano: Cavese, Foggia, Empoli (esperienza alla quale fa riferimento la foto in alto), Avellino, Frosinone ed Ischia. Raffaele è stato peraltro a Barletta il vice di Nello Di Costanzo, tecnico del Messina fino a due mesi e mezzo fa. Ha anche guidato il Team Napoli Soccer, la rappresentativa campana dei calciatori svincolati. Il suo ingaggio, se ufficializzato, consentirà meno attenzione nella compilazione dei tabellini: comunque vada, anche in caso di squalifiche per Arturo, un Di Napoli in panchina ci sarà sempre…

Eugenio Labonia allenò il Messina nel 2009/2010. Torna da preparatore dei portieri

Eugenio Labonia allenò il Messina nel 2009/2010. Torna da preparatore dei portieri

Il nuovo preparatore atletico giallorosso dovrebbe essere Maurizio Nanula, che ha lavorato benissimo a Brindisi ed in passato a Barletta. Ha curato la tenuta fisica anche di formazioni di calcio a cinque. A completare lo staff dovrebbe essere infine il preparatore dei portieri Eugenio Labonia, già a Messina proprio con Arturo Di Napoli – versione calciatore – nella stagione 2009/2010, in cui Arturo Di Mascio era il presidente. Quell’anno Labonia, che ha lavorato al fianco di “Re Artù” anche a Savona, iniziò da vice di Infantino ma venne poi promosso dopo la brevissima parentesi Pirozzi ed infine dopo l’Infantino bis. Tornerà in riva allo Stretto con ben altre aspettative.

Confermato infine come team manager Ciccio Alessandro, ex Due Torri ed Igea Virtus. In città c’è grande entusiasmo, tipico di ogni avvicendamento alla guida del club ed alimentato anche dal clima di sollievo per l’addio a Lo Monaco, che ha fatto di tutto per spezzare il rapporto con la piazza. C’è anche grande attesa ma in una stagione che parte con così grande ritardo sarà già un’impresa limitare i danni, almeno in avvio. La voglia di fare bene comunque non manca.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma per 6 anni. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, nel 2023 assistente amministrativo in un istituto secondario a Piacenza