Tra Ternana e Sampdoria un pari all’ultimo respiro, ok Milan e Udinese  

Un momento della gara Ternana-Sampdoria

E’ terminata in parità (5-5) l’attesa partita Ternana-Sampdoria, valevole per la quarta giornata della Serie A del Campionato Italiano. Un risultato che, alla fine, è servito soprattutto al Messina, uscito vincitore dell’altra sfida d’alta quota contro la Juventus. La gara, giocata sul sintetico de “Il Campetto”, ha rispettato le attese della vigilia e regalato emozioni fino al triplice fischio. Costanzo e Beccaria i grandi protagonisti con dei poker di reti di pregevole fattura.

Il 3-1 della Sampdoria siglato da Costanzo

Al vantaggio siglato da Consolo, risponde Beccaria. La frazione termina con la staffilata di Costanzo, che vale il 2-1 dei blucerchiati.  Su schema di punizione, ancora Costanzo indirizza la sfera sotto l’incrocio (3-1). Beccaria con una magia su calcio da fermo riduce le distanze (3-2), ma i tre successivi sussulti di Costanzo sembrano chiudere i conti (5-2). Nel palpitante finale gli “umbri” vanno, però, a bersaglio con Beccaria 2 e Lucà e riequilibrano la situazione proprio sui “titoli di coda”.

Prosegue la corsa vertice del Milan nella Serie B. I rossoneri hanno avuto ragione del combattivo Brescia per 6-4, confermando, così, di essere i favoriti per il successo in questa categoria. Dopo essere passati in svantaggio per la realizzazione di Mento, Crupi e compagni ribaltano la situazione e si portano sul 5-1 con i gol di Ingemi, Mangano, Siracusa, Allia e Scognamillo. L’orgogliosa reazione dei “lombardi”, scossi dal portiere Parisi, autore di una doppietta, è utile soltanto a rendere meno amara la sconfitta.

Fase di gioco della partita Milan-Brescia

L’Udinese si è aggiudicata l’importante posta in palio contro la Fiorentina (8-5), agganciando, così, i viola nella seconda posizione della Lega Pro. Avvio equilibrato (2-2) con i giocatori che non lesinano energie per avere la meglio in ogni contrasto. Con il trascorrere dei minuti, i bianconeri prendono il controllo del gioco e, trascinati dalle invenzioni di Rao e D’Amico, allungano nel punteggio (5-2). Ad inizio ripresa, la Fiorentina si rifà sotto (5-4), ma, nel momento topico della contesa, è la maggiore precisione nelle finalizzazione dei “friulani” a fare inesorabilmente la differenza.

 

I TABELLINI

SERIE A: TERNANA-SAMPDORIA 5-5

MARCATORI: 4 Beccaria (T), Lucà (T); 4 Costanzo (S), Consolo (S).

TERNANA: Fama, O. Stacuzzi, De Leo, Beccaria, S. Stracuzzi, Beccaria, Lucà, Scivolone, De Tommasi.

SAMPDORIA: Morabito, Cucinotta, Giuffrida, Consolo, Crupi, Costanzo.

ARBITRO: Broccio.

SERIE B: MILAN-BRESCIA 6-4

MARCATORI: 2 Ingemi (M), Scognamillo (M), Siracusa (M), Allia (M), Mangano (M); 2 Parisi (B), Mento, Aliquò.

MILAN: Crupi I, Mangano, Crupi II, Ingemi, Scognamillo, Siracusa, Allia.

BRESCIA: Parisi, Mento, Chillè, Aliquò, Romeo, Santagati.

ARBITRO: Trovato.

LEGA PRO: UDINESE-FIORENTINA 8-5

MARCATORI: 3 Rao (U), 2 D’Amico (U), Vigneri (U), Salvatico (U), De Maria (U); 2 Di Bartolo (F),  Cuscinà (F), Di Paola (F), Costa (F).

UDINESE: Rao, Vigneri, E. D’Amico, F. D’Amico, Salvatico, De Maria.

FIORENTINA: Rinaldi, Cuscinà, Di Bartolo, Di Paola, Costa, Mancuso.

ARBITRO: Broccio.

PARTITE ED INTERVISTE

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com