Torrenova, Bartocci: “L’obiettivo resta la salvezza. Non va perso lo slancio”

TorrenovaBartocci nel pre Torrenova-Ischia

Dopo un super avvio di stagione da quattro vittorie in cinque partite, si è dovuta fermare per “cause di forza maggiore” la Fidelia Torrenova. La squadra del presidente Spirito, infatti, per via di una positività al Covid-19, dovrebbe riprendere gli allenamenti a metà settimana in vista della sfida del prossimo weekend (attualmente in programma) contro Ruvo di Puglia. Ne abbiamo così approfittato per parlare con coach Maurizio Bartocci.

Torrenova

Thomas Tinsley va al tiro da centro area

Coach, esiste qualcosa di positivo in una pausa “forzata” come questa?
«Tranne recuperare al meglio qualche acciacco fisico dei ragazzi, non vedo tanto di positivo (ride, ndr). In una squadra che era in striscia di risultati positivi si rischia di perdere l’inerzia del momento»

La squadra sembrava aver ingranato dopo la sconfitta all’esordio. Credi che questa sosta possa rappresentare un problema per i tuoi ragazzi? Cambierete approccio al “quotidiano”?
«Un gruppo di ragazzi giovani come il nostro ha sempre la necessità di stare insieme e lavorare con molta continuità. Fin dal precampionato gli infortuni ci hanno perseguitato e non siamo mai riusciti ad allenarci al meglio, sugli equilibri di squadra. Ci manca questo tipo di lavoro e purtroppo abbiamo perso quasi due settimane di lavoro rispetto alle altre squadre. Dovremo quindi insistere tantissimo, perché l’amalgama c’è ma bisogna trovare la consistenza perfetta»

Torrenova

Dario Zucca è tra gli elementi più esperti

La classifica è molto corta. Dopo la sesta giornata appena giocata, Torrenova ha addirittura mantenuto la seconda posizione. Cambiano i vostri obiettivi?
«La nostra classifica lascia il tempo che trova al momento. Vivevamo un buon momento e siamo soddisfatti di ciò che abbiamo fatto finora. Il nostro obiettivo, comunque, rimane la salvezza. Nelle prime giornate la classifica non si è assestata, i valori delle varie squadre si sono solo intravisti. Dobbiamo continuare, o nel nostro caso, riprendere, a lavorare sodo in palestra. Sono contento dei miei ragazzi, ma possiamo ancora migliorare molto.

Che tipo di campionato è?
«Un girone molto equilibrato, si può vincere e perdere contro tutti. Sarà importante lavorare tutti insieme per creare un equilibrio ed una chiara identità di squadra. Dovremo sempre dare il massimo, c’è così tanto equilibrio che i particolari faranno la differenza».