Tavecchio avverte: “Le squadre professionistiche vanno ridotte almeno del 30%”

Carlo TavecchioIl presidente Carlo Tavecchio nel corso del Consiglio Federale della Figc

Va ridotto il numero delle squadre in Italia, perché sono troppi 102 club professionistici. E’ il pensiero di Carlo Tavecchio. Il presidente della FIGC ha commentato così all’ANSA, parlando delle prossime riforme: “L’obiettivo di far capire ai campanili italiani che una riduzione delle squadre professionistiche di almeno un 30% vada fatta. Abbiamo molte squadre professionistiche, più di quelle che possiamo sopportare. Se facciamo i paragoni con le altre nazioni d’Europa, ben più numerose anche come abitanti, e ben più ricche, abbiamo delle differenze abissali”. Già nel suo programma “elettorale” Tavecchio aveva inserito come necessario il passaggio della terza serie da 60 a 40 squadre.

Commenta su Facebook

commenti