Silvestri: “Vivo una grande stagione. Dopo la Nazionale mi aspetto un’altra classifica”

Luigi Silvestri esulta dopo un gol
Luigi Silvestri esulta dopo un gol

Luigi Silvestri esulta dopo un gol

Per Ettore Lagomarsini e Luigi Silvestri è stata una settimana a tinte azzurre. La nuova vetrina, costituita dallo stage con l’Under 20 di Lega Pro, un motivo d’orgoglio per i due giallorossi. In programma adesso a marzo la seconda partita dell’International Challenge Trophy, avversaria in trasferta l’Ucraina, dopo il 2-2 con la Norvegia. In casa la squadra del ct Bertotto affronterà poi la Repubblica Ceca. Intanto nell’amichevole con il Poggibonsi è maturato un convincente successo per 5-2. “Fa sempre piacere essere convocati in Nazionale, – dice Luigi Silvestri – è una meta importante per noi giovani. Rappresentiamo anche Messina in una vetrina internazionale e ciò è un vanto anche per la società. Abbiamo anche riferito al mister qualche indicazione relativa al test con il Poggibonsi che ci consentirà di preparare meglio la sfida del prossimo 23 febbraio”.

Proprio Grassadonia ha un lungo passato nella Salernitana, formazione dalla quale il Messina ha prelevato il difensore in estate. “Anche il mister mi ha chiesto com’è andata. In granata per me non ci fu molto spazio, ma in una società importante che punta a vincere è sempre così. Serviva forse maggiore esperienza”.

Lagomarsini in uscita sotto gli occhi di Silvestri

Lagomarsini in uscita sotto gli occhi di Silvestri

Sul suo rendimento in questa stagione e sul pacchetto arretrato, rinforzato da Pepe e D’Aiello, dice: “Non sono del tutto soddisfatto perché preferirei una classifica diversa, con il Messina più in alto. Mi sto ritrovando quasi sempre in campo, nel mio ruolo naturale. Ho anche trovato la via della rete. Come collettivo ci manca ancora qualcosa, ma vogliamo risalire al più presto. Con l’Aprilia abbiamo dato il massimo per ottenere i tre punti, nonostante il campo pesante per la pioggia. L’atteggiamento è stato giusto fin dall’inizio, come l’approccio. Da qualche partita abbiamo decisamente sterzato. Con D’Aiello e Pepe ci completiamo a vicenda, perchè abbiamo caratteristiche simili. Per Ignoffo parlano il curriculum e l’esperienza. Ci stanno dando una mano, adesso la rosa è davvero competitiva. Dovremo soltanto evitare sconfitte in quest’ultimo terzo di torneo”.

Uno stacco dell'ex Salernitana

Uno stacco dell’ex Salernitana

Ora il match con l’Aversa Normanna, vittoriosa all’andata per 1-0. “Conosco Di Vicino e Majella. All’andata, guardandola dalla panchina, ho visto un’altra gara che non meritavamo di perdere. Purtroppo abbiamo subìto gol su rigore e pagato l’inferiorità numerica. Sarà difficile sbloccarla, perché si difenderanno e proveranno a ripartire. Noi cercheremo però i tre punti davanti al nostro pubblico”.

Sui valori espressi dal torneo e le chance del Messina chiude: “Le prime quattro sono ormai in fuga. Ci sono quattro posti a disposizione e abbiamo i requisiti per rientrare. Soltanto il Foggia mi è sembrato superiore a noi. Siamo fiduciosi perché abbiamo scacciato la paura delle prime settimane”.

 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti