Sigma Barcellona: incontro risolutore al Comune. La serie A2 Gold è salva

Alla fine nonostante la situazione col trascorrere delle ore stesse diventando sempre più disperata, la via d’uscita è stata trovata con alcuni colpi di scena degni dei migliori film di fantascienza. E’ stato ancora una volta il presidente, seppur dimissionario, Immacolato Bonina a pescare il classico coniglio dal cilindro che sembra aver messo definitivamente alle spalle la grave situazione di crisi che ha attanagliato quest’estate la società di via Roma. Nessuno in sede si fa illusioni, il campionato partirà in salita con una società, e di riflesso la squadra, che versa in grave ritardo nella programmazione tecnica ma il finale positivo della vicenda può solo dare fiducia e nuovi stimoli in vista dell’inizio della nuova stagione, per quella che sarà la quinta partecipazione consecutiva nella seconda serie nazionale per il team giallorosso. Tutti presenti al tavolo delle trattative i principali attori di questa vicenda, da un lato le Istituzioni della città del Longano col Sindaco Maria Teresa Collica oltre a diversi Assessori della Giunta, tra i quali David Bongiovanni e Giuseppe Saija, i principali vertici della Sigma Barcellona, Bonina, il vicepresidente Fedele Genovese e l’amministratore unico Tommaso Donato, i professionisti del Bar Basket Trust, che ancora una volta hanno confermato la propria propensione a mediare tra le parti e favorire il dialogo anche con i nuovi imprenditori che dovranno rappresentare e convogliare nel prossimo futuro nuova linfa per le casse societarie.

Il Sindaco di Barcellona Maria Teresa Collica e Immacolato Bonina presenti al Comune

Il Sindaco di Barcellona Maria Teresa Collica, gli Assessori e Immacolato Bonina presenti a Palazzo Longano

In primis rispetto agli ultimi giorni si è fatta luce sull’handicap reale rappresentato dalla situazione dei debiti pregressi che, come chiarito da Bonina, verranno coperti totalmente dallo stesso massimo dirigente igeano che così ha cancellato sul nascere una possibile condizione ostativa che avrebbe potuto allontanare dal tavolo delle trattative nuovi potenziali investitori dal Basket Barcellona. Inoltre l’ex presidente dell’Igea Virtus rinnoverà il suo impegno confermandosi main sponsor nella prossima stagione. A ruota indispensabile sarà il reperimento di forze nuove col tessuto sociale che dovrà avere un ruolo attivo nella vicenda e stringersi attorno a questa squadra, favorendone lo sviluppo con tutte le componenti che non andranno sottovalutate, come la sottoscrizione di abbonamenti e di adesioni al Trust. Quest’ultimo, una grande novità per le nostre latitudini, è già al lavoro per irrobustire la compagine societaria, stabilendo un dialogo serrato e costruttivo con nuove personalità dirigenziali. Ancora un altro aspetto spinoso, come detto, e logica conseguenza è la programmazione e la pianificazione delle basi della nuova squadra che, giocoforza, dovrà essere costruita in grande fretta con un timoniero d’eccezione, il barcellonese Giovanni Perdichizzi, già pronto a salpare verso nuovi lidi e muoversi diligentemente nel rispetto del budget imposto dalla dirigenza che, rispetto alle ultime annate, sarà di certo meno sostanzioso.

Logo Bar Basket Trust

Logo Bar Basket Trust

E’ grazie al trustee e portavoce del Comitato Bar Basket dott. Giuseppe Maiori che facciamo il punto della situazione in casa Sigma Barcellona. Il peggio sembra ormai definitivamente alle spalle ma il carico ingente di lavoro di certo non farà dormire sonni tranquilli all’associazione di professionisti che si muove a supporto della massima espressione sportiva della città del Longano: “L’incontro plurilaterale in Comune è stata un’ occasione di chiarimento per tutti perché, lo ricordiamo, il Trust è nato per essere un’entità di supporto. Nel recente passato c’erano stati diversi equivoci con l’attuale proprietà ed era necessario pianificare una nuova linea d’intervento comune”. Il professionista tiene a ringraziare le Istituzioni: “Molti meriti vanno ascritti al Sindaco che ha curato l’intesa. Adesso non ci si può più voltare indietro e perdere altro tempo prezioso. Il dott. Fedele Genovese lavorerà con l’obiettivo di salvaguardare il titolo sportivo tramite la costruzione di una squadra dignitosa ma senza particolari assilli di vittoria”.
Infatti è la tempistica stretta quella che limita l’opera d’intervento del Bar Basket Trust e per un uomo da sempre abituato a dialogare con le aziende come Maiori questo dato rappresenta un handicap da non sottovalutare: “Siamo al 16 agosto, i margini ci sono ma sono di certo limitati, dobbiamo tutti fare forza comune sulla squadra del prossimo anno.

I vertici della Sigma Bonina e Genovese

I vertici della Sigma Bonina e Genovese

Anche i tifosi avranno un ruolo importante, con i mezzi a loro disposizione, nel reperimento di nuove risorse supplementari. I pilastri sono due: il coinvolgimento della maggiore partecipazione  possibile e il rispetto ed il contenimento dei costi fissi. Bisognerà anche rimodulare la campagna abbonamenti per creare tra la gente un sentimento d’appartenenza con la squadra che mai come quest’anno apparterrà alla città. Tutto è possibile ma non sarà di certo un’operazione facile”.
Il Trust non sta a guardare, le riunioni organizzative si susseguono col fine di strutturare al meglio l’area marketing, quella deputata all’individuazione di nuove personalità imprenditoriali e risorse spendibili nel progetto: “Anche oggi il direttivo del Comitato s’incontrerà per una programmazione finanziaria. E’ agosto e non è facile andare a parlare con le imprese per avere un sostegno ma dobbiamo provarci ugualmente. Abbiamo pensato a diverse tipologie di finanziamento per tutte le tasche (a partire da 150 euro) e veri e propri pacchetti aziendali (fino a 150.000 euro), lottiamo contro il tempo”.
Il dato positivo comunque per il professionista è che la base è più solida rispetto a sette giorni fa: “Adesso c’è la certezza che la squadra si farà, un dato assolutamente positivo. Il presidente dimissionario Bonina, dopo le iniziali perplessità, s’è convinto e ripianerà la situazione economica pregressa, di certo manterremo il titolo a Barcellona. Il prossimo anno entrerà a regime una riforma dei campionati (unione tra lega Gold e Silver, ndc) e non dovrebbero esserci retrocessioni sul campo. Si presenterà al via una squadra rispettabile nel rispetto del budget che tutte le componenti della città offriranno. La scomparsa della Sigma viene meno, bisognerà ripartire con entusiasmo per la serie A2 Gold”.

I tifosi di Barcellona sono chiamati a supportare la squadra

I tifosi di Barcellona sono chiamati a supportare la squadra

In chiusura Maiori sottolinea espressamente il ruolo che spetterà nelle prossime settimane a Fedele Genovese, storicamente fidato braccio destro di Immacolato Bonina. “Lui di fatto è il presidente in pectore, cercherà nuove sinergie e noi ci confronteremo con lui in una strada comune. Dovremo farci trovare pronti necessariamente per il 5 ottobre, data d’esordio del torneo che ci vedrà ospitare al PalAlberti Forlì. Il Trust al contempo prosegue la sua opera d’ausilio e per metà settembre tirerà una linea del suo operato. Tutte le iniziative dovranno servire a definire l’entità del budget stagionale. Puntiamo a dare massima visibilità ai nostri canali di trasmissione con le aziende”.

Commenta su Facebook

commenti