Sidoti: “Lascio la panchina, mi limiterò a lavorare in palestra con i ragazzi”

Basket School MessinaL'ex tecnico della Basket School Messina Pippo Sidoti

Il Patti Basket ha ufficializzato la propria partecipazione al campionato di serie C Silver dopo l’ammissione avvenuta a fine estate. La conferma arriva dal supervisore e responsabile tecnico Pippo Sidoti direttamente ai microfoni di Salvatore Pizzuto. “Con il Patti Basket stiamo programmando un nuovo progetto sportivo, principalmente rivolto ai giovani da valorizzare, ripartendo dalla C Silver. Non puntiamo a successi da ottenere a breve scadenza, l’obiettivo è quello di farli maturare nel tempo. Abbiamo i nostri ragazzi di proprietà che vanno dal 2002 al 2007 e siamo reduci da due finali regionali disputate durante lo scorso anno. Non abbiamo il bacino di utenza di altre realtà più grandi che spesso si uniscono”. 

Patti Basket

Gli atleti del vivaio del Patti Basket in uno scatto d’archivio

L’esperto allenatore ha anche comunicato che da questo momento non guiderà più nessuna squadra, limitandosi esclusivamente al lavoro in palestra da svolgere durante la settimana. “Il basket dei nostri giorni mi ha stancato, adesso non voglio più ricoprire ruoli che mi richiedano di interfacciarmi con la Federazione. Ho deciso di concludere la mia esperienza con le panchine domenicali, amo invece stare in palestra e durante la settimana cercherò di fare crescere i ragazzi. Ho preso questa decisione e non torno indietro per il momento, più avanti valuterò se ci siano le condizioni per tornare. Oggi sono interessato esclusivamente alla valorizzazione dei giovani”. 

In chiusura il tecnico spiega le difficoltà nel fare pallacanestro in un centro piccolo come Patti, dove manca peraltro l’unità di intenti, come d’altronde accade storicamente anche a Messina: “Purtroppo dopo un’ iniziale apertura da parte dei vertici societari, non è stato possibile trovare una sintesi con i rappresentanti dell’Alma Patti, che guarda anche al settore maschile. Di certo continueremo la nostra attività in autonomia rispetto a loro, con il nostro impegno che si suddividerà in cinque campionati tra giovanili e prima squadra”. 

Autori

+ posts
The following two tabs change content below.