Si decide il futuro del Città di Villafranca

Sono giorni decisivi per le sorti del Città di Villafranca. Dopo la straordinaria stagione che ha visto i biancoverdi assoluti protagonisti in Serie B con l’esaltante cavalcata giunta sino alla finale playoff, impreziosita dalla prestigiosa partecipazione alla Final Eight di Coppa Italia, adesso a tenere banco è il destino del club. La Divisione Nazionale calcio a cinque ha fissato per giovedì 10 luglio, alle ore 18, il termine ultimo per gli adempimenti relativi all’iscrizione e alle domande di ripescaggio per i campionati 2014-15.

Il presidente Giacomo Picciolo

Il presidente Giacomo Picciolo

Il presidente del sodalizio tirrenico, Giacomo Picciolo, ha fatto il punto in vista delle imminenti scadenze, sottolineando in particolar modo la problematica legata all’impianto di gioco. Dopo la gestione provvisoria affidata al Città di Villafranca, grazie all’intervento del commissario Filippo Romano, il Palasport “Salvatore Cavallaro” è tornato alla Provincia. “Dopo gli incontri preliminari avuti con l’Amministrazione locale – afferma il massimo dirigente biancoverde – entro questa settimana attendiamo di conoscere il futuro del palazzetto per comprendere se e a quale titolo il Città di Villafranca potrà usufruire della struttura nella prossima stagione. Da questo aspetto fondamentale, legato all’impiantistica, dipende infatti la programmazione societaria. Dopo aver effettuato ingenti investimenti non sappiamo al momento dove poter giocare ed allenarci. Anche la stessa iscrizione al campionato è messa a serio rischio in assenza di adeguate risposte”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti