Scarsella: “Nel derby ci vorrà la partita perfetta. Messina quadrato e ostico”

Fabio Scarsella del Catania, autore di 3 reti

Tra i punti di forza del Catania di Pancaro c’è il centrocampista Fabio Scarsella, elemento spesso in grado di far male al Messina nel corso della sua avventura alla Vigor Lamezia. I quattro punti conquistati nelle ultime quattro giornate rappresentano un bottino magro per gli etnei che giungono al derby col fiatone: “Dal punto di vista dei risultati – ha detto Scarsella in conferenza stampa – è un periodo negativo, essendo terz’ultimi in classifica anche per via della penalizzazione. Valutando però quanto fatto fin qui in campionato abbiamo un andamento normale, di una squadra partita forte e che ora magari sta un pò respirando. La prestazione c’è sempre stata. Abbiamo perso a Castellammare al 95′ e con l’Akragas non abbiamo vinto per imprecisione e sfortuna. Basti pensare alla traversa di Calil”.

Secondo pareggio consecutivo per il Catania, frenato anche dal Cosenza

Il Catania esulta dopo un gol

Capitolo derby. Di fronte si ritroveranno il miglior attacco, quello rossoazzurro con 16 reti (le stesse del Foggia) e la difesa meno battuta, quella dei peloritani, appena 5 gol al passivo come Casertana e Cosenza. “Siamo consapevoli che sarà una partita importante sia per noi che per l’ambiente che ci circonda. Una vittoria potrebbe ridarci quello slancio che si è un pò affievolito. Affronteremo il derby con la tranquillità di chi sa che siamo una squadra forte, puntando a giocare con la grinta che ci ha sempre contraddistinto. Il Messina è una squadra ostica e quadrata che subisce pochi gol, per uscire con i tre punti dal San Filippo dovremo fare una partita quasi perfetta, da Catania. Proponiamo sempre un gioco propositivo e facciamo partire l’azione da dietro, per questo a volte rischiamo”.

Pancaro con la nuova divisa del Catania

Pancaro, allenatore del Catania

Scarsella è il vicecapocannoniere della squadra, in coabitazione con Calderini, alle spalle di Calil, a quota cinque. Tre reti in dieci giornate sono per l’ex della Vigor Lamezia una media da attaccante. “I gol sono l’ultimo dei miei pensieri, anche perchè mai come quest’anno è davvero importante il risultato di squadra. Un semplice dettaglio, dunque, chi finisce sul tabellino dei marcatori. Dobbiamo fare i conti con una pesante penalizzazione e vogliamo intanto mantenere la categoria. Salvandoci con qualche giornata d’anticipo proveremo a toglierci delle soddisfazioni”.

Calil, decisivo per il Catania

Calil, spesso decisivo per il Catania

Al “San Filippo” il Catania sarà senza tifosi al seguito. “Ci dispiace per l’assenza dei nostri tifosi a Messina. Sappiamo che tipo di supporto ci danno in casa, quando lo stadio diventa una bolgia ed il loro sostegno non è mancato nemmeno in trasferta. E’ una decisione di un organo di Stato che rispettiamo. Possiamo solo dire che in campo metteremo qualcosa in più per loro”.

Commenta su Facebook

commenti