Saporito: “Approdo in B1 meritato ma sarebbe stato bello festeggiare in campo”

Verdiana SaporitoVerdiana Saporito sotto rete, pronta a difendere

La messinese Verdiana Saporito è tra le protagoniste della cavalcata vincente del Volley Reghion nella serie B2 femminile. Il campionato si è interrotto dopo sedici giornate, con un ruolino di 15 vittorie e una sconfitta, e il primato da difendere nelle restanti dieci tornate alla fine.

Verdiana Saporito

Verdiana Saporito con la maglia dell’Asd Volley Reghion

Il Covid-19 ci ha messo lo zampino, inducendo la Fipav, come altre federazioni, a decretare lo stop definitivo di tutte le competizioni con conseguente blocco di promozioni e retrocessioni. La società può festeggiare ugualmente il raggiungimento di un traguardo meritato perché il primo posto acquisito sul campo vale il reintegro nel campionato di B1 2020-2021.

“Giusto fermarsi perché la tutela della salute viene prima di ogni cosa – sottolinea la Saporito -. Nessuno poteva prevedere uno scenario del genere. Il Coronavirus ha bloccato le attività del Paese, non soltanto lo sport. Certo non posso negare il dispiacere perché eravamo in testa al girone e sarebbe stato bello poter gioire sul campo insieme ai nostri tifosi per la promozione ma l’importante è averla ottenuta: ci ripaga del lavoro e dei sacrifici compiuti in questi mesi”.

Verdiana Saporito

Verdiana Saporito si prepara a schiacciare

Una stagione corta ma intensa, che stava peraltro proponendo un’avvincente lotta al vertice tra il Reghion e le messinesi dell’Akademia Sant’Anna. Eravate separate da un solo punto in classifica ma con a vostro favore la vittoria di entrambi gli scontri diretti.
“Un campionato bello, senza pause. Peraltro il confronto diretto già alla seconda giornata ci ha permesso di entrare subito in clima campionato e di testarci in ottica alta classifica contro un avversario molto valido. Sapevamo che Akademia e Torretta erano le compagini più accreditate nella lotta per il primato. Basta pensare che alle spalle delle prime tre si è creata una spaccatura molto ampia”.

Un bilancio personale di queste due stagioni con il Volley Reghion, sempre in B2.
Molto positivo fin dal primo impatto. Si è venuto a instaurare un bel rapporto con i dirigenti, con le compagne di squadra e il mister. La società ha deciso di dare continuità al bel campionato condotto nella scorsa stagione, alzando ancora l’asticella e con grande entusiasmo mi sono messa al servizio di questo progetto, dando sempre il massimo in campo. La nostra forza è l’unione del gruppo e la capacità di fare quadrato anche nelle difficoltà”.

Volley Reghion

Una foto di gruppo per la Volley Reghion

Come avete vissuto questo periodo di lockdown per il Coronavirus?
“Mi è pesato soprattutto non potere andare in palestra per gli allenamenti. Però quando ci sono delle emergenze sanitarie bisogna prendere degli accorgimenti per frenarne la diffusione quanto prima. Dunque è importante mantenere un atteggiamento positivo. Poi devo dire che tra studi universitari, in vista della laurea nella facoltà di Giurisprudenza, e allenamenti da casa le mie giornate erano piuttosto impegnate. Di tempo per annoiarmi ne avevo poco. Tuttora continuo ad allenarmi per cercare di mantenere una forma fisica il più elevata possibile, ma soprattutto per farmi trovare pronta quando potremo rimettere piede in palestra”.

Si stanno studiando varie soluzioni per consentire quanto prima la ripresa degli allenamenti e il conseguente ritorno alla normalità.
Sicuramente per un periodo, non so quanto lungo, dovremo convivere con il virus e dunque sarà importante adottare una serie di misure tali da consentire di svolgere allenamenti in condizione di sicurezza. Penso al rispetto delle distanze sociali, sedute di lavoro in palestra a porte chiuse, magari con l’utilizzo di mascherine. Tutto dipenderà dall’evoluzione del quadro generale nel corso dei prossimi mesi”.

Verdiana Saporito

Verdiana Saporito alla battuta con la maglia del Volley Reghion

Cambieranno le nostre abitudini quando saremo usciti dal Coronavirus?
“Cerco di non fare un uso eccessivo dei social, però le video-chiamate con amici a distanza sono inevitabili e sono molto belle per mantenerci vicini. In questo periodo di quarantena ne abbiamo fatto un uso maggiore. Però preferisco ovviamente il contatto diretto e trascorrere del tempo con gli amici e gli affetti più cari. Speriamo di poterlo fare al più presto. Poi tornerà ovviamente anche la nostra pallavolo”. 

Autori

+ posts