Sant’Agata, c’è la punta Maesano dal Crotone. In porta Curtosi e Quartarone

Città di Sant'AgataAlessandro Maesano con la maglia del Crotone

Il Città di Sant’Agata aggiunge al proprio reparto offensivo Alessandro Maesano, classe 2003. Cresciuto nelle giovanili del Crotone, si tratta di un attaccante puro cha ha già dimostrato di avere il gol nel sangue in tutti i tornei che ha disputato. 31 le marcature complessive tra Under 17 e formazione “Primavera”. Arriva in prestito dal club pitagorico.

Città di Sant'Agata

Alessandro Maesano in azione con la maglia del Crotone

“Sono molto contento di aver raggiunto l’accordo con il Città di Sant’Agata, dove sin dal primo giorno ho trovato un bel gruppo che mi ha accolto bene – dichiara Alessandro Maesano –. A convincermi è stato il progetto della società che punta a fare bene in un campionato che si preannuncia molto duro come la serie D. Personalmente sono pronto a dare tutto per questa maglia”. 

“Un ragazzo molto giovane, serio e con grandi ambizioni – commenta il direttore sportivo Ettore Meli. Abbiamo subito notato la sua cultura del lavoro e la mentalità da calciatore e poi, chi è abituato a segnare gol li fa sia con i giovani che con i grandi. La società punta molto su di lui per accrescere il peso dell’attacco”. 

Praticamente definiti anche gli arrivi di due portieri, per i quali manca l’ufficialità. Si tratta di Flavio Curtosi, 2004 cresciuto nel vivaio della Vibonese, che era in rosa in prima squadra in serie C nell’ultimo biennio, e Vincenzo Quartarone, 2003 che ha svolto la preparazione estiva con l’Acr Messina. Per lui esperienze nei vivai di Benevento e Reggina e nelle prime squadre di Siracusa e Giarre.

Città di Sant'Agata

Il portiere Flavio Curtosi con la maglia della Vibonese

Di seguito la rosa aggiornata del Sant’Agata.
Portieri
– Flavio CURTOSI (2004), Vincenzo QUARTARONE (2003).
Difensori – Francesco CASELLA (2000), Louis DÉMOLÉON (1997), Mirko GALLO (2000), Gianluca NAPOLI (2002).
Centrocampisti – Claudio CALAFIORE (1995), Domenico D’ALEO (2001), Gaspar MONTEIRO RIBEIRO (1998), Simone MORLEO (2002), Tommaso SQUILLACE (1989).
Attaccanti – Francesco BONFIGLIO (1997), Giorgio CICIRELLO (1995), Alessandro MAESANO (2003), Antonio MICELI (2004), Giovanni RASPAOLO (2004), Vincenzo VITALE (2000).

Questo il riepilogo del mercato estivo del Città di Sant’Agata.
Arrivi
– Flavio CURTOSI (p, 2004; Vibonese), Vincenzo QUARTARONE (p, 2003; Messina, prestito), Francesco CASELLA (d, 2000; Casale), Louis DÉMOLÉON (d, 1997; Molfetta), Gianluca NAPOLI (d, 2002; Cittanova); Domenico D’ALEO (c, 2001; Budoni), Gaspar MONTEIRO RIBEIRO (c, 1998; Montemiletto), Simone MORLEO (c, 2002; Brindisi), Francesco BONFIGLIO (a, 1997, Trapani), Alessandro MAESANO (a, 2003; Crotone, prestito), Antonio MICELI (a, 2004; Priolo Gargallo), Giovanni RASPAOLO (a, 2004; Catanzaro), Vincenzo VITALE (a, 2000; Trapani).

Città di Sant'Agata

Il portiere Vincenzo Quartarone con la divisa del Benevento

Partenze – Klavs BETHERS (p, 2003; Piacenza), Joaquin FERNANDEZ (p, 2003; svincolato); Lorenzo PIAZZOLLA (p, 2004; Pro Donero), Simone BRUGALETTA (d, 1994; Acireale), Marco CAPONE (d, 1999; Paganese); Davide CARACÒ (d, 2003; RoccAcquedolcese), Paolo BRUGNANO (c, 2001; Paganese), Giuseppe CERVILLERA (c, 2002; Paternò), Daniele CIPOLLA (c, 1998; Acireale), Vittorio FAVO (c, 1996; Vastese), Giulio FRISENNA (c, 2002; Catania), Luciano MAZZONE (c, 2001; Locri), Domenico NEMIA (c, 2002; Reggina, fine prestito), Alberto CRISTIANO (a, 2002; Catanzaro, fine prestito), Fabio ALAGNA (a, 2000; Montevarchi).

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma