Il San Matteo si conferma in gara due e si laurea campione. Anche la Rescifina accede agli spareggi per l’A3

Il "taglio" della retina a fine gara

Il San Matteo Messina non finisce di stupire, aggiudicandosi anche gara due della finale del campionato di serie B Femminile e laureandosi campione. Finisce così con un secco 2-0 l’atto conclusivo del massimo campionato regionale femminile tra San Matteo e Rescifina Messina.
Le due squadre messinesi hanno dato vita ad una bella serie di finale, in cui a vincere è stato probabilmente il collettivo migliore, sicuramente la squadra che ha giocato meglio.

La giovane Raffaele (San Matteo) in pentrazione

La giovane Raffaele (San Matteo) in pentrazione

Dopo una gara uno sempre condotta in vantaggio dal San Matteo e disputata al PalaRussello, dall’inizio alla fine, al PalaTracuzzi va in scena una partita differente. Partono benissimo le padrone di casa di coach Lilia Malaja che, sfruttando anche i troppi errori delle avversarie si portano subito in vantaggio per 7-1. Il primo quarto si chiude meritatamente sul 14-9 ed al primo intervallo il coach biancorosso Musolino si fa sentire, e la musica cambia decisamente. Il San Matteo inizia a difendere forte, è più preciso al tiro, e buca la zona avversaria in penetrazione. Dominguez e Grillo guidano la rimonta ed il secondo quarto se lo aggiudicano le ospiti per 13-21, andando al riposo lungo in vantaggio di tre punti (27-30).
La ripresa dei giochi fa pensare che sarà tutto facile per il San Matteo che inizia a trovare buone soluzioni e ottime trame difensive, infatti con un netto 8-15 si arriva agli ultimi dieci minuti di gara sul 35-45. Una tripla di Polizzi ed un canestro da sotto di Onugha spezzano l’equilibrio, la Rescifina sembra in un angolo ma alza l’intensità difensiva ed ottiene punti preziosi da lontano con Vento. E’ proprio in questo frangente che si accende la partita, con una Rescifina che, mai doma, piazza un perentorio 11-2 ed arriva ad una lunghezza soltanto dalle avversarie (46-47), infiammando il finale di gara. Le ragazze di Musolino non si disuniscono e piazzano un contro break pesantissimo di 3-17 nella seconda parte del periodo che vale il più 15 finale ed anticipa la festa finale delle giocatrici del presidente Mollica che, come da tradizione, tagliano anche la retina del canestro a ricordo di quest’impresa.
A fine gara traspare tutta la felicità di coach Musolino per il coronamento di una stagione vissuta sempre al primo posto: “Sono molto contento per la conquista del titolo. Sinceramente penso di poter dire che lo meritavamo, sia per aver chiuso tute le fasi di questa lunga stagione al primo posto, sia per il gioco fatto vedere in campo. lunga stagione che ancora è lontana dalla conclusione, visto che tra più di un mese inizieranno le tra settimane di spareggi per la promozione in serie A3. Spero di concludere questa stagione fantastica nel migliore dei modi, questa città se lo merita, e dirò di più, mi farebbe molto piacere se ce la facesse anche la Rescifina negli spareggi. Non sarebbe male rincontrarsi l’anno prossimo in A3. Adesso ci attende una settimana di meritato riposo, poi si inizierà a lavorare in vista dell’ultima fase, ma ora godiamoci questo titolo”.

Certomà attacca la difesa avversaria

Certomà attacca la difesa avversaria

Rescifina Messina-San Matteo 49-64
Parziali: 14-9, 27-30 (13-21), 35-45 (8-15), 49-64 (14-19)
Rescifina Messina: M. Marchese ne, Gambino, E. Marchese 5, Barlassina 8, Davì ne, Vento 14, Ripellino 8, Derkaoui 10, Libro 2, Russo, Spadaro, Romeo 2. All.: Malaja
San Matteo: Kramer, Onugha 16, Retto 2, Dominquez 13, Certomà 1, Polizzi 8, Grillo 11, Raffaele 7, Ingrassia ne, Cosenza ne, Rabe ne, Cascio 1. All.: Musolino
Arbitri: Caci e Attard

Questo il video con l’intervista a fine gara dell’allenatore del San Matteo Antonio Musolino:

Questo il video con l’intervista al pivot del San Matteo Mariana Kramer:

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com