Rosafio: “Sul 2-1 non era facile. Il Messina non deve mai abbassare i ritmi”

RosafioL'esultanza di Rosafio (foto Paolo Furrer)

Dopo sei mesi avari di soddisfazioni nella Spal, il ritorno a Messina di Marco Rosafio è stato decisivo, sia a livello personale, con l’attaccante che ha trovato la sua prima marcatura in biancoscudato a Torre del Greco, che ai fini della manovra, con il passaggio al 4-2-3-1 che ha rivitalizzato anche Emmausso, Zunno e Luciani.

Luciani

Luciani protagonista nel finale (foto Paolo Furrer)

“È stata sicuramente una partita bella e intensa. La Turris ha fatto meglio nel primo tempo, noi siamo usciti nella ripresa. Io sono arrivato da poco tempo, da circa un mese. Ho notato subito questa caratteristica: la squadra non molla mai e ci crede anche quando la partita sta andando male. Dopo il 2-1 era difficile ma i compagni mi hanno trasmesso la fiducia necessaria e siamo riusciti a riacciaffarla”. 

Dopo le due reti con la Spal, realizzate contro Sestri Levante e Ancona, Rosafio ha interrotto un digiuno stagionale che durava da due mesi: “Quando un attaccante vede lo spazio necessario ci prova e calcia. Sul gol mi è andata bene questa volta, mentre la settimana scorsa era stato il contrario. Sono contento perchè avevo bisogno anche io di sbloccarmi”. Per l’ex Cittadella la chiave restano comunque i ritmi, come ha ribadito in sala stampa.

Rosafio e Modica

L’abbraccio tra Rosafio e Modica (foto Paolo Furrer)

“Il mister nell’intervallo ci ha detto che stavamo giocando sotto ritmo, senza muovere bene la palla come avevamo fatto nelle partite precedenti. Ha visto troppi tocchi e giocate individuali. Le gare che abbiamo giocato meglio nel mese di gennaio sono state caratterizzate invece da palleggio veloce, appoggi e movimenti nello spazio, attacchi in profondità. Bisogna fare tutto in velocità, se ci adagiamo diventiamo una squadra normale, che non propone il suo calcio migliore”.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma per 6 anni. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, nel 2023 assistente amministrativo in un istituto secondario a Piacenza

Enable referrer and click cookie to search for cfef43dcbb961d51 ee9a4cb4bfa42ed7 [] 2.7.33