Riviera, il trainer Tomarchio emigra a Ragusa per lavoro. Torna il duo De Domenico-Salpietro

Il "mister" Mario Tomarchio (scatto di R.S.)
Il "mister" Mario Tomarchio (scatto di R.S.)

Il “mister” Mario Tomarchio (scatto di R.S.)

ll Riviera Messina Nord (Promozione, girone B) rende noto, attraverso un comunicato diramato alle 18.30 di oggi, dal presidente Massimo De Domenico, che “per motivi di lavoro, causa trasferimento temporaneo a Ragusa, il mister Mario Tomarchio non potrà seguire più gli allenamenti, ma resta comunque in società e vicino alla società. La squadra viene affidata per la conduzione tecnica al duo De Domenico (Sandro, fratello del presidente Massimo, ndr) e Salpietro (Giacomo, il direttore generale rivierasco in possesso del patentino di allenatore di base, ndr). Attenzione – tiene a sottolineare il numero uno del club – non è nè un esonero, nè una dimissione. Mister Mario Tomarchio resta comunque nei quadri tecnici ma è impossibilitato a seguire di persona gli allenamenti”.

Al Riviera restano tre partite, con 9 punti in palio (il 23 a Terme Vigliatore, il 30 all’Annunziata con la capolista Castelbuonese e il 6 aprile a Torregrotta) per giocarsi le residue speranze di accesso ai play-out. Frattanto la buona notizia della domenica è rappresentata dal pesante ko esterno subìto dalla Fiumefreddese (0-4) in casa del Castelbuono 1975. Resta quindi immutato il distacco di 11 punti dei rivieraschi, terzi ultimi in graduatoria a quota, rispetto ai 26 degli alcantarini attesi da un calendario apparentemente più complicato: domenica prossima riceveranno il Sinagra non ancora salvo matematicamente; giorno 30 in casa dello Sporting Taormina che ancora spera nell’aggancio al vertice e infine, per l’undici di Bucciarelli, chiusura ancora all’”Angelo Rossi” con la Mamertina.

Il presidente del Riviera, Massimo De Domenico (scatto di R.S.)

Il presidente del Riviera, Massimo De Domenico (scatto di R.S.)

Insomma, resta ancora appesa a un filo la speranza del Riviera di ridurre entro i 10 punti il ritardo in classifica, al fine di poter accedere allo spareggio-salvezza contro gli stessi alcantarini. Tuttavia il Riviera, oltre a vincere le rimanenti tre gare in palio, dovrà anche sperare in qualche scivolone sportivo della Fiumefreddese. Sul gruppo facebook del proprio sodalizio, il presidente De Domenico prova ancora a ricaricare l’ambiente: “Non è cambiato nulla, abbiamo solo perso una buona occasione per rientrare in corsa. Rimbocchiamoci quindi le maniche, perchè nulla è perduto!!!”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com