Tutto pronto per l’inaugurazione del murales “Gazzi Spazio Arte”

Gazzi Spazio ArteI 15 murales dell'iniziativa "Gazzi Spazio Arte"

Il prossimo 14 ottobre alle ore 17.00, nel cortile antistante l’Istituto scolastico Quasimodo ed il Conservatorio Corelli, verrà inaugurato il progetto “Spazio Gazzi Arte”, il Presidio di arte urbana nella periferia della città.

Gazzi Spazio Arte

Il logo “Gazzi Spazio Arte”

Nel dettaglio verrà presentato il primo step del progetto, ossia i 15 murales che hanno arricchito il muro interno degli Istituti Quasimodo e Corelli di viale Giuseppe Motta. L’iniziativa è stata ideata e proposta dall’esperto d’arte Saverio Pugliatti all’Istituto Superiore Minutoli, guidato dal dirigente scolastico Piero La Tona e al Conservatorio Corelli, presieduto da Giuseppe Ministeri. I veri protagonisti dell’iniziativa sono stati una ventina di ragazzi, appartenenti al liceo scientifico Quasimodo, all’accademia delle Belle Arti di Messina e da alcuni migranti dell’Istituto Cristo Re, seguiti e supportati dall’art coaching Antonello Arena.

Gazzi Spazio Arte

Work in regres (Giorgio De Leo)

Questi i nomi degli studenti: Alessandro Bonanno, Andrea Agati, André Di Lorenzo, Andrea Zappalà, Antonella Pellegrino, Federica Casile, Cetty Santanello Felice Cardile, Giorgio De Leo, Lillo Briguglio, Marcello Ristagno, Mariagiulia Sturniolo, Miriana Restuccia, Monica Miraglia, Adriana Rasconà, Giovanni Giganò, Costanza Sibilla, Wael Noor, Lamin Sanko. “Abbiamo pensato a un progetto di riqualificazione e rigenerazione – così come dichiara Saverio Pugliatti – di un luogo da sottrarre al possibile degrado e all’anonimato. Il cortile, adibito a parcheggio, si trasforma in un presidio di arte urbana, ovvero un luogo destinato a contenere pitture murali, sculture e installazioni. Qui un gruppo di giovanissimi talenti ha potuto realizzare le proprie idee, trasformando un muro divisorio in un luogo di denuncia, integrazione e speranza. L’arte, quindi, diventa un potente strumento di trasformazione non solo per riflettere ed educare alla bellezza, ma anche per narrare paure e desideri, per esprimere disagi, per raccontare l’identità di un territorio e le sue caratteristiche”.

Gazzi Spazio Arte

Emoji’s Cage (Marcello Ristagno)

Art director del progetto, oltre a Saverio Pugliatti, è stata anche la professoressa Giuliana Giuffrida, docente di storia dell’arte del liceo scientifico Quasimodo. I dettagli del progetto verranno presentati nel corso della conferenza stampa che si svolgerà venerdì 13 ottobre alle ore 10.30 nell’ex Sala Giunta della Città Metropolitana. La ditta Giorgianni Francesca Colori di via Cesare Battisti e la Chrèon di Como sono stati gli sponsor dell’inziativa fornendo i prodotti di preparazione e i colori per la realizzazione dell’opera d’arte.

 

 

Commenta su Facebook

commenti