Piscina “Graziella Campagna”, le precisazioni dell’assessore Sebastiano Pino

“Dispiace leggere che le comprensibili proteste di studenti, atleti e famiglie per le difficoltà che la chiusura della piscina “Graziella Campagna” sta creando, vengano strumentalizzate da consiglieri comunali e circoscrizionali, che dovrebbero invece conoscere esattamente lo stato della questione”. Così si è espresso l’assessore allo sport, Sebastiano Pino, in merito alle recenti manifestazioni nelle quali si è reclamata la riapertura della piscina comunale del viale San Martino. “Come è assolutamente chiaro a tutti – sottolinea Pino – nessun impianto può essere affidato in deroga a precise normative e nessuna agevolazione può essere concessa al pagamento di quanto dovuto. Proprio per le difficoltà da parte delle singole società sportive di poter assolvere a questi impegni onerosi, e per ricercare soluzioni efficienti e definitive, come da comunicazione inviata al CONI ed all’ottava Commissione consiliare in data 14 luglio, abbiamo individuato nella collaborazione e l’intervento diretto delle federazioni sportive, la Federazione Italiana Nuoto  nel caso in specie, l’interlocutore a cui affidare la gestione di un impianto importante come la piscina comunale Graziella Campagna. È a tutti altresì noto – continua l’assessore allo sport – che l’interlocuzione procede con ritmi incalzanti e proprio nei giorni scorsi si è avuta un’ulteriore accelerazione che ci rende ottimisti per una soluzione definitiva a breve. L’indubbia esperienza del Sindaco e la sua conoscenza specifica delle problematiche degli impianti sportivi ha favorito un approccio corretto all’intera questione che, come ha potuto confermare anche alla stampa, il presidente regionale della FIN, Sergio Parisi, è finalmente in via di risoluzione. Della piscina “Graziella Campagna” si è anche interessata la VIII Commissione sport del Consiglio comunale che, attraverso il presidente Piero Adamo, ha avuto modo di seguire attentamente anche gli ultimi sviluppi. Queste stesse notizie abbiamo ribadito, proprio ieri, alla delegazione di giovani e cittadini con cui ci siamo confrontati a Palazzo Zanca, e le stesse informazioni abbiamo consegnato ai rappresentanti politici che però, probabilmente, hanno preferito non ascoltarle. Anche alla luce di quanto è scaturito dal confronto con la FIN dei giorni scorsi, risultano davvero poco comprensibili certe dichiarazioni che probabilmente intendono solo alimentare confusione ed inutili passerelle per fini che nulla hanno a che vedere con la pratica dello sport da parte della cittadinanza. Smentisco inoltre decisamente – conclude l’assessore Pino – le dichiarazioni allarmistiche circa le condizioni della piscina, ritenuta invece adatta anche per manifestazioni di rilevante interesse”.

Commenta su Facebook

commenti