Nebros, ritorna Cardella. Granata: “Ora altri innesti”. Cassaro: “Bel gruppo”

NebrosVincenzo Cardella torna alla Nebros

Dopo aver collezionato numerose presenze in serie D con le maglie di Rotonda e Troina, Vincenzo Cardella è ritornato alla base. Il difensore, classe 2003, torna così ad essere a disposizione di mister Pippo Perdicucci, nell’ambiente che meglio conosce. Si tratta di una pedina importante nello scacchiere della Nebros, che nel frattempo continua a sudare durante il raduno precampionato.

Nebros

Il dt della Nebros Dino Granata (foto Calogero Germanà)

Ai microfoni di “Nebrodi in campo” il direttore sportivo Dino Granata ha illustrato le ambizioni della società e tracciato un bilancio sulle trattative di mercato: “Salutiamo favorevolmente l’ingresso degli amici della Torrenovese, che rafforzano ulteriormente la nostra famiglia, ampliando il nucleo del comprensorio dei Nebrodi. Questo ci consente di programmare con decisione e maggiore consapevolezza il nostro futuro. Sul mercato la maggior parte degli acquisti è stato già definito, ma infoltiremo ulteriormente il gruppo, con alcune pedine che ancora mancano all’appello. Sappiamo di non poter sbagliare, perciò servirà pazienza. Di certo arriverà qualche volto nuovo, specialmente in difesa e a centrocampo, per compiere il definitivo salto di qualità”. 

Igea

Riccardo Cassaro gestisce un possesso

Tra i nuovi volti l’esperto Riccardo Cassaro si propone di rappresentare un uomo cardine del nuovo spogliatoio: “Ho accettato subito la chiamata della Nebros. Dai tempi del Due Torri conoscevo la piazza e alcuni dirigenti, mi sono riavvicinato a casa. Si può fare molto bene, non abbiamo pressioni e contiamo su un mister preparato per la categoria. Si sta formando un ottimo gruppo, stiamo lavorando bene e le prime amichevoli ci daranno nuove indicazioni positive. Affronteremo alcune corazzate ma potremo fare bene. Noi più esperti trasciniamo un ottimo gruppo under. La spina dorsale della squadra è molto forte”.

Il centrocampista Daniele Ancione è l’acquisto più importante e un lusso per la categoria: “Le sensazioni sono positive, questo è un periodo di sacrifici e sofferenza ma fondamentale per mettere benzina nelle gambe. L’Eccellenza sarà molto più competitiva rispetto allo scorso anno ma la società si sta muovendo bene. Ogni gara sarà molto difficile”.

Autori

+ posts