Nasce il nuovo ACR Messina. A Pietro Sciotto il 90%, al fratello Matteo il 10%

Acr MessinaIl consulente commerciale Giovanni Giliberto con il presidente Pietro Sciotto, il notaio Pierangela Pitrone e il socio Matteo Sciotto (foto Alessandro Denaro)

È stato costituito poco dopo le 14 e 30 – al termine di un incontro durato circa un’ora – il nuovo ACR Messina. Nello studio del notaio Pierangela Pitrone, che sorge sulla via dei Mille, il dottor Pietro Sciotto è divenuto ufficialmente il presidente del club giallorosso, che si è appena visto assegnare da Comune e Figc il diritto a richiedere un posto nella prossima serie D.

Acr Messina

La firma sull’atto costitutivo del nuovo Messina da parte del presidente Pietro Sciotto (foto Alessandro Denaro)

A Pietro Sciotto, imprenditore attivo nel ramo dell’automotive, va il 90% delle quote del neonato sodalizio, mentre il restante 10% è stato acquisito dal fratello, l’avvocato Matteo Sciotto, che è anche sindaco del centro di Gualtieri Sicaminò, che ha dato i natali alla loro famiglia. A seguire le varie fasi della redazione dell’atto anche il commercialista e consulente del gruppo Giovanni Giliberto.

In mattinata il neo presidente aveva invece predisposto in un istituto bancario i primi adempimenti economici finalizzati alla richiesta di affiliazione e iscrizione alla prossima serie D. La Federcalcio ha d’altronde assegnato il diritto alla città dello Stretto di ripartire subito dalla massima categoria dilettantistica, a fronte di un versamento a fondo perduto di 150mila euro. Il primo, consistente, esborso per la neonata Associazione Calcio Rilancio Messina.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

Commenta su Facebook

commenti