Milazzo, Ingrassia: “Ad Avola una figuraccia. Adesso dobbiamo guardare avanti”

Giuseppe IngrassiaGiuseppe Ingrassia dà indicazioni alla barriera

Il tempo stringe ed il Milazzo, dopo la cavalcata trionfale che l’aveva portato per un solo turno in testa alla classifica, vuole rialzare la testa per dimenticare gli ultimi due ko consecutivi, tra l’altro unico caso in stagione.

Giuseppe Ingrassia con la sua nuova maglia

Le sconfitte contro il Pedara San Pio X e il Real Avola hanno infatti irrimediabilmente compromesso la corsa dei rossoblù verso il primato che, fino alla gara con gli etnei, sembrava alla portata di Matinella e compagni, che in caso di vittoria sui pedaresi – al Salmeri fini 0-1) sarebbe stato conteso tra la squadra di Rufini ed il Palazzolo.

Poi il black out di Avola, che il portiere Giuseppe Ingrassia etichetta senza mezzi termini: “Le ultime due settimane sono state pesanti sotto il profilo mentale. Il primo posto – commenta – sembrava a portata di mano e poi è arrivata la sconfitta immeritata con la San Pio X, perchè in quell’occasione credo che abbiamo disputato un ottima gara subendo gol nell’unica vera loro azione. Domenica non so neanche io cosa sia successo, non siamo completamente scesi in campo. Non eravamo noi – afferma – ed abbiamo fatto un’autentica figuraccia…. Adesso non dobbiamo fare altro che fare più punti possibile da qui alla fine della stagione regolare per affrontare i playoff in una posizione di vantaggio”.

Una formazione del Milazzo

Le ultime due partite sono state un pò lo specchio dell’intera stagione del Milazzo, che sin qui ha dato l’impressione di essere la classica eterna incompiuta:”Sono arrivato a dicembre, forse sono stato l’ultimo acquisto della sessione invernale, ma conoscevo già molti ragazzi e sapevo di venire in uno spogliatoio sano. Tante volte ci siamo ritrovati vicini alla vetta e poi puntualmente arrivava il risultato negativo che ci faceva perdere terreno, ma questo è sempre stato un caso. Purtroppo abbiamo avuto qualche giornata no di troppo, quasi sempre nel momento sbagliato e ne stiamo pagando le conseguenze. E’ un peccato perchè la partita con la San Pio – ribadisce – poteva essere la svolta della stagione”.

Benedetto Bottari

Il dg del Milazzo Benedetto Bottari ai nostri microfoni

Secondo Ingrassia la squadra non ha risentito delle improvvise dimissioni del direttore generale Benedetto Bottari: “La società, a partire dal direttore, non ci ha fatto pesare nulla. Siamo stati tenuti al di fuori di questa vicenda, – rivela – non sappiamo cosa sia successo, ma è normale visto il momento della stagione. Ci dispiace per il direttore che ha comunque lasciato per motivi personali, ma il calcio è così e dobbiamo guardare avanti. Se abbiamo perso molte partite? In alcuni casi perdere può anche essere fisiologico se arrivi ad un momento della stagione dove tra perdere e pareggiare non c’è molta differenza”.

Commenta su Facebook

commenti