Milazzo, impresa a Castelbuono: decide Alosi

Il Milazzo vince in casa della Castelbuonese e compie una vera e propria impresa, specie considerando il fatto che i padroni di casa non subivano una sconfitta fra le mura amiche da oltre due anni. I giorni che hanno preceduto gara sono stati parecchio movimentati alla voce infortuni. Mister Lorenzo Alacqua, infatti, ha dovuto fare a meno ancora una volta di capitan Camarda, alle prese con un fastidio al ginocchio, del giovane Gualdi (frattura al braccio), della punta Mangano ed anche di Frisenda che stringe i denti e va in panchina. Dama parte dal 1′ così come il neo-acquisto D’Anna.
La Castelbuonese prova l’arrembaggio iniziale, ma la prima occasione è firmata da Dama che calcia di poco alto una punizione dai 25 metri. Al 12′ tiro-cross di Giglio che Di Dio alza in corner. Al 16′ Venuti riceve palla in profondità da Dama e si avvia velocemente verso la porta ma al limite dell’area viene steso da Russello. Ci potrebbe stare un rosso ma il signor Figuccia, molto anglosassone nella sua direzione, esibisce solo un giallo al centrale difensivo castelbuonese.
Della punizione si incarica Alosi che fornisce alla sfera una parabola magistrale centrando il sette e portando il vantaggio il Milazzo. Sulle tribune del “Failla” è grande la gioia dei dieci supporters rossoblù giunti dalla Città del Capo mentre il “muro” dei tifosi granata si ammutolisce per qualche istante. La Castelbuonese non ci sta e prova ad imbastire una reazione immediata imperversando sulla corsia sinistra nella quale opera Giglio e l’ex di turno Arnone che sembra davvero in ottima giornata. I rossoblù, dal canto loro, controllano e provano a ripartire. Ma alla mezz’ora arriva il primo vero brivido: Giglio supera elegantemente Salmeri con un sombrero e mette in mezzo un pallone teso sul quale Antista non arriva ma è pronto Totaro che da due passi spara incredibilmente alto. Al 38′ ancora Giglio scalda i guantoni di Di Dio con un fendente da oltre 30 metri su punizione. Un minuto dopo sale in cattedra Arnone che scarica verso Di Dio da una decina di metri ma centra il palo in pieno.La ripresa inizia con il clichè dell’ultima parte dei primi 45′. La Castelbuonese parte subito all’attacco, i nostri ragazzi abbassano notevolmente il baricentro.
Al 51′ è Arnone che ci prova dalla media distanza sfiorando la traversa. Due minuti dopo però è il Milazzo a sfiorare il raddoppio con Venuti che dalla sinistra converge e scarica un destro che tocca la parte superiore della traversa con Ilardi battuto.Da questo momento inizia un insistente e pressante forcing dei padroni che mettono letteralmente alla corda i nostri. Il tecnico Vitale, tramite il suo vice Corradino, inserisce il suo uomo più rappresentativo ossia Arena e, successivamente la punta Mercanti al posto di un opaco Totaro. Alacqua risponde gettando nella mischia Laquidara in luogo di D’Anna. L’ultima mezz’ora la Castelbuonese cinge d’assedio il Milazzo. Al 74′ Arnone con una superba giocata sguscia fra cinque avversari e si invola verso la porta ma un prodigioso intervento di Parisi evita il peggio. Sul conseguente corner Maggio colpisce la traversa con Di Dio fuori causa. Ci prova ancora lo scatenato Arnone si presenta solo davanti a Di Dio che respinge miracolosamente, la palla sta rotolando in porta ma la nostra retroguardia spazza in corner. Il Milazzo rimane in dieci all’84’ per il rosso ai danni di Laquidara. Il fortino rossoblù resiste tenacemente. Al 91′ gigantesca mischia in area rossoblù, ma Parisi e Dall’Oglio allontanano la minaccia. Quindi il fischio finale e la grande festa rossoblu in campo e sugli spalti.

CASTELBUONESE – MILAZZO 0-1
CASTELBUONESE: Ilardi, Balistreri, Giglio (57′ Arena), Megna, Maggio, Russello, Aiello (57′ Sorrentino), Lipari, Totaro (77′ Mercanti), Arnone, Antista. A disp: Cicero, Inguglia, Montesanto, Ancione. All Vitale (squalificato, in panchina Corradino)

MILAZZO: Di Dio, Salmeri, Russo, Bella, Dall’Oglio, Parisi, Impalà (57′ Rotuletti), Alosi, Dama (78′ Calderone), D’Anna (58′ Laquidara), Venuti. A disp: Sanfilippo, Frisenda, Ciccone, Costa. All. Alacqua.

Marcatori: 16′ Alosi.

Arbitro: Figuccia di Marsala. Assistenti: Vinci di Marsala e Orlando di Trapani.

Commenta su Facebook

commenti