A Milano i piccoli ideatori di giocattoli dell’Ignatianum con la loro “Macchina aerea”

Eureka funzionaEureka funziona

Gli alunni della V B dell’Istituto Ignatianum guidata dalla dirigente scolastica Carla Fortino sono stati scelti al termine di una vera e propria presentazione da una giuria presieduta dal presidente di Sicindustria Messina Sebastiano D’Andrea, che li ha scelti tra sei progetti di giocattolo artigianale e gli consentirà di volare a Milano assieme ai loro insegnanti il 26 maggio. La loro “Macchina aerea” era in lizza con altri progetti: la Fioriera Magica, L’Altalena aerea, il Mulino, il Quadrato magico. Ognuno dei giocattoli rappresentava un piccolo esperimento fisico. “Un’iniziativa stupenda – ha commentato la dirigente scolastica Fortino – una vera attività di formazione che ha visto concorrere entusiasti grazie anche al supervisione dei loro insegnanti ben 250 bambini”.  “Questo tipo di progetti – ha commentato entusiasta il presidente della delegazione messinese di Sicindustria Messina Sebastiano D’Andrea – servono a sviluppare la fantasia e lo spirito di gruppo. I bambini hanno messo in pratica quanto hanno imparato sui libri”. Il progetto di orientamento è stato promosso da Federmeccanica, in accordo con il MIUR (il ministero per l’Istruzione e la ricerca scientifica), destinato ai bambini del terzo, quarto e quinto anno della scuola elementare, in collaborazione con Sicindustria Messina. L’obiettivo è quello di promuovere e diffondere la cultura tecnico-scientifica nelle nuove generazioni. “Eureka! Funziona!” nasce da una sperimentazione iniziata nel 2003, nelle scuole primarie finlandesi. Giunto alla quinta edizione, quest’anno ha conivolto una quarantina di città italiane. Il tema scelto è stato “Pneumatica & Attuatori” ed ai bambini è stato consegnato un kit composto dei pezzi necessari per poter progettare e costruire un giocattolo che per muoversi utilizzi tubicini di gomma, palloncini, cannucce. Il progetto prevedeva che ciascun gruppo tenga un diario sul lavoro svolto e realizzi una pubblicità del giocattolo e offriva l’opportunità di utilizzare “l’invenzione” come uno strumento per imparare, mettere alla prova la creatività e capacità di innovazione. Il 26 maggio l’evento nazionale a Milano concluderà il progetto e coinvolgerà le migliori scuole d’Italia.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti