Messinesi sul podio nel campionato Italiano di Karate Kyokushinkai

Roberto Olivieri e Bernardo Vermiglio Classificati rispettivamente 2° e 1° nella gara di Kata Categoria Cintura Nera

La città di Bologna ha ospitato, domenica 07 maggio, il Campionato Italiano di Karate Kyokushinkai. Quest’anno l’organizzazione dell’importante evento è stata affidata a Sensei Edmondo Versi responsabile del Dojo Bologna. Come di consueto a supervisionare l’attività è stato il responsabile Italiano del Karate Kyokushinkai, il maestro cintura nera 7° Dan Shihan Tsutomu Wakiuchi, illustre rappresentante della città dello stretto. Alla manifestazione hanno partecipato anche atleti Svizzeri e Ungheresi conferendo alla stessa una connotazione internazionale.

Manuela Mulè 1^ classificata nelle gare di Kata, Cat. Cintura Marrone e Kumite Cat. Donne -55Kg

Al campionato erano presenti 25 Dojo con un totale di oltre 200 atleti. A rappresentare la Città di Messina sono stati gli atleti delle palestre HombuDojo del Maestro ShihanTsutomuWakiuchi, Dojo di Ganzirri del Sensei Francesco Previti, KiDojo di Saponara Marittima del Senpai Marco Raffaele, Dojo di Castel di Lucio del Senpai Costin Eugen Vasile. Dopo la cerimonia di presentazione degli atleti e dello staff arbitrale, ha avuto inizio la kermesse sportiva con la Gara di Kata (Combattimento immaginario). Ogni atleta ha disputando un Kata Obbligatorio, diversificato per categoria. Ogni performance è stata valutata dallo staff arbitrale composto da un arbitro centrale (Shushin) e 4 arbitri laterali (Fukushin). La media dei voti espressi dai singoli arbitri (escludendo quello più alto e quello più basso) ha decretato i primi 5 atleti classificati per ogni categoria che hanno avuto accesso al secondo girone, nel quale, ogni atleta ha avuto la possibilità di esprimersi nella realizzazione di un secondo Kata a sua scelta. Al termine della seconda esecuzione la media dei due voti riportati dagli atleti ha stabilito la classifica finale per ogni categoria nella gara di Kata.In questa specialità da segnalare la vittoria dell’atleta messinese Manuela Mulè nella categoria cintura Marrone +18 anni, mentre nella categoria Cintura Nera gli atleti Roberto Olivieri e Bernardo Vermiglio hanno conquistato rispettivamente il secondo e primo posto.

Sensei Edmondo Versi premia Michael Brigandì

Nel pomeriggio è stata la volta delle gare di combattimento (Kumite). Anche in questa specialità diverse sono state le categorie di atleti a confronto, dalla categoria Bambini/e, a quella dei Ragazzi/e, alla categoria youth, alla serie B ed infine i combattimenti degli atleti della categoria di Serie A. Ricordiamo che nella gare di Karate Kyokushinkai si vince per KO o per decisione arbitrale. La delicata conduzione degli incontri è stata affidata allo staff arbitrale in particolare gli arbitri centrali (Shushin) i messinesi Sensei Lino La Rosa e Sensei Francesco Previti, i Nisseni Sensei Vincenzo Di Marco e Sensei Giovanni Mirasole. Anche per quanto riguarda i Kumite diversi sono stati gli atleti messinesi che hanno conquistato il podio, in particolare Manuela Mulè ha vinto il Titolo Italiano di Kumite nella categoria Donne -55Kg, Roberto Olivieri ha conquistato il terzo gradino del podio nella categoria -80Kg mentre Michael Brigandì ha conquistato il titolo di campione Italiano nella categoria -70Kg. Al termine della manifestazione, brillantemente organizzata e condotta dal messinese Sensei Edmondo Versi, sono stati premiati tutti gli atleti classificati nei primi tre posti della rispettiva categoria. Un premio di partecipazione è stato consegnato a tutti i responsabili dei Dojo ed in ultimo l’atleta Messinese Cintura Nera 1° Dan Michael Brigandì ha ricevuto il premio quale Miglior Atleta del torneo.

Foto di Alessandro D’ANGELO

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti