Messina, si aggregano anche il talentuoso Padulano ed il portiere Di Stasio

Angelo Di Stasio in azioneAngelo Di Stasio in azione

Ancora due volti nuovi in casa ACR. A Villafranca si sono infatti uniti ai nuovi compagni l’attaccante Fabio Padulano, già più volte affiancato ai giallorossi, ed il portiere Angelo Raffaele Di Stasio. Il primo garantisce un’altra opzione di spessore ai peloritani nel reparto avanzato, il secondo completa un ruolo che poteva già fare affidamento su Berardi ed Addario.

Padulano in azione con la maglia dell'Arezzo contro il Bassano

Padulano in azione con la maglia dell’Arezzo contro il Bassano foto Amaranto Magazine)

Padulano, originario di Torre Annunziata, classe 1994, è reduce da un’ottima annata nell’Arezzo del vulcanico Eziolino Capuano. Considerato che anche Salvatore Caturano, letteralmente esploso nell’ultima annata, giunse a Messina dopo essere stato allenato a Caserta dal tecnico campano, l’auspicio è che si tratti di un precedente benaugurante… In granata ha collezionato 23 presenze, partendo spesso dalla panchina, e realizzando la rete del pareggio a Monza. In precedenza 17 gare ed una rete nella Vigor Lamezia in Seconda Divisione, 19 apparizioni e due gol in D con il Savoia, la squadra della sua città. Si è messo in luce nel settore giovanile della Juventus, firmando ben 27 marcature in un triennio. 7 invece i centri con la maglia della “Primavera” della Juve Stabia.

Ancora Padulano in occasione della sfida tra Arezzo e Pordenone

Ancora Padulano in occasione della sfida tra Arezzo e Pordenone foto Amaranto Magazine)

Non è una prima punta come Salvemini (anche lui appena aggregatosi ai nuovi compagni), ma fa della rapidità la sua migliore arma. Può agire da esterno o da seconda punta, alla bisogna anche da trequartista. Rispecchia insomma al meglio l’identikit già tracciato da Christian Argurio, che continua a cercare un jolly difensivo che possa rimpiazzare Parisi, non tesserabile per squalifica fino al prossimo 10 ottobre, agendo in caso di necessità sia da centrale che da esterno. Ma la priorità, per la quale la società ha stanziato un piccolo “tesoretto”, è rappresentata ovviamente dalla prima punta, un bomber che dovrà garantire fisicità ed almeno la doppia cifra in termini realizzativi. Un Giorgio Corona, per intenderci, con qualche anno in meno sul groppone.

Angelo Di Stasio completa un reparto che poteva già contare su Berardi ed Addario

Angelo Di Stasio completa un reparto che poteva già contare su Berardi ed Addario

Intanto, per cautelarsi da eventuali infortuni e squalifiche, il Messina è pronto ad assicurarsi anche la firma di Di Stasio, avellinese, classe 1991, che nell’ultima stagione si è diviso tra la Juve Stabia ed il Monza di Alessio De Bode ed Alfonso De Lucia, che nelle scorse settimane era stato affiancato ai giallorossi. In passato era stato anche negli organici di Vicenza e Modena ed aveva militato ad inizio carriera nell’Irzinese in serie D. Si attendono adesso le ufficializzazioni del club che ad oggi ha confermato nei suoi comunicati stampa soltanto le firme di Fornito, Giorgione, Cocuzza e Martinelli. Ma in realtà sono già 24 gli uomini agli ordini di Arturo Di Napoli, che attende adesso il grande colpo in attacco ed un jolly difensivo per avere meno patemi dietro.

Ecco, in attesa delle ufficializzazioni del club, la nuova rosa dell’ACR Messina:
Portieri – Stefano Addario (‘93), Alessandro Berardi (’91), Angelo Raffaele Di Stasio (’91).
Difensori – Rocco D’Aiello (’86), Amilcare Fiumara (‘98), Daniele Frabotta (’93), Luca Martinelli (’88), Luigi Palumbo (’91), Alessandro Parisi (‘77), Genny Russo (‘95), Matteo Zanini (’94).
Centrocampisti – Pietro Baccolo (’90), Daniele Biondo (‘91), Fabio Bossa (‘98), Fabrizio Massimo Bramati (’93), Andrea De Vito (’91), Giuseppe Fornito (’94), Carmine Giorgione (‘91).
Attaccanti – Dario Barraco (’85), Salvatore Cocuzza (‘87), Sebastiano Longo (‘98), Gustavo Vagenin Di Mauro (’91), Fabio Padulano (’94), Francesco Paolo Salvemini (’96).

Commenta su Facebook

commenti