Messina-Monterosi, un successo a testa. Da copertina il gol del portiere Lewandowski

Michal LewandowskiMichal Lewandowski torna titolare dopo quasi quattro mesi (foto Paolo Furrer)

Due precedenti al “Franco Scoglio”, con un successo per parte. Tra Messina e Monterosi non sono decisamente mai mancati i colpi di scena. Sfide recentissime, legate agli ultimi campionati di Serie C, tenendo conto che il club biancorosso, che ha conquistato il professionismo nel 2021, è stato fondato nel 1968, cambiando poi denominazione a più riprese (specie a seguito di fusioni), tanto che in estate diventerà ufficialmente “Guidonia Montecelio 1937”.

Il gol di Adorante (foto Paolo Furrer)

Nella stagione 2021/22, al primo incrocio in assoluto tra le due squadre, vittoria esterna centrata dal Monterosi per 1-3, risultato che costò la panchina a Sasà Sullo, alla quarta sconfitta di fila. Al 32′ il vantaggio ospite firmato da Costantino, decisivo martedì sera con la maglia del Catania nella finale di Coppa Italia contro il Padova. Al 42′ il pareggio giallorosso: cross di Fofana per la zampata di Adorante, oggi l’uomo in più della Juve Stabia in chiave promozione. Monterosi di nuovo avanti al 56′ sul contropiede orchestrato da Costantino e Polidori con quest’ultimo abile a superare Lewandowski in pallonetto. Al 75′ il definitivo 1-3 di Mbende. Il difensore camerunense a segno sfruttando il velo di Polidori, con la complicità della distratta difesa del Messina.

Monterosi

Alia e compagni disperati per l’errore del 3-1 (foto Paolo Furrer)

Il 6 novembre 2022 Messina-Monterosi (3-2), disputata davanti all’allora presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, divenne la prima gara nella storia della C con calcio d’inizio alle ore 12. Punteggio sbloccato dai peloritani al 19′ grazie all’incursione di Fazzi, servito da Fiorani. L’episodio clou al 32′: gol di Lewandowski, da una porta all’altra, battendo una punizione dalla sua trequarti, con il pallone che dopo aver rimbalzato sul terreno irregolare finì per scavalcare Alia, clamorosamente sorpreso dalla traiettoria. Inevitabile il giro delle immagini su tv e web. Una rete siglata a 22 anni di distanza da quella di Manitta a Castrovillari, l’altro portiere giallorosso che provò la gioia di leggere il proprio nome sul tabellino dei marcatori. Match riaperto da Lipani al 40′, ma un minuto più tardi Alia è beffato dalla punizione di Grillo. Al 45′ il 3-2 ancora di Lipani. Ripresa senza altre variazioni e terzo successo stagionale per Auteri alla guida del Messina nella sua poco felice esperienza in riva allo Stretto che sarebbe terminata da lì a poco. Dopo aver sconfitto il Monterosi all’andata per 2-0 al “Bonolis” di Teramo, la squadra di mister Modica vuole domenica i tre punti che potrebbero risultare decisivi per garantirsi la salvezza in anticipo.

 

Autori

+ posts