Messina in campo al Celeste: in gruppo anche Camilleri. Attesa per gli annunci

CamilleriCamilleri è finalmente tornato in gruppo (foto Paolo Furrer)

Prima seduta del 2023 per il Messina, che ha finalmente ripreso la preparazione dopo una sosta di quasi dieci giorni. Il gruppo giallorosso si è ritrovato allo stadio “Giovanni Celeste” al gran completo, con due uniche defezioni: gli esterni Nicolò Fazzi e Antony Angileri, che avevano già saltato le ultime gare ufficiali.

Napoletano

Napoletano cerca uno spiraglio (foto Andrea Rosito)

Per il resto tutti in gruppo. Tra loro anche il difensore Vincenzo Camilleri, reduce da un lungo stop per un problema fisico. Il centrale originario di Gela ha saltato le ultime sette gare di campionato, in cui il Messina ha conquistato appena un punto. Nove le sue presenze, l’ultima a Pescara il 13 novembre scorso. Regolarmente con i compagni anche Trasciani, che aveva saltato la trasferta di Crotone per squalifica, e Curiale, escluso nelle ultime due uscite del 2022 dopo il deludente rendimento dei mesi scorsi.

Sabato si torna già in campo contro la Virtus Francavilla e a dieci giorni dalle dimissioni del direttore sportivo Marcello Pitino e del tecnico Gaetano Auteri la società non ha ancora ufficializzato le designazioni dei due successori, l’ex dirigente della Fidelis Andria Pasquale Logiudice e l’allenatore che ha firmato l’ultima salvezza, Ezio Raciti.

Fofana

Fofana in fase di copertura (foto Andrea Rosito)

Gli annunci dovrebbero arrivare già nelle prossime ore, interrompendo il lungo silenzio della proprietà, che ha ormai abituato i suoi tifosi a interminabili attese, che non contribuiscono certo ad avvicinare una piazza già sfiduciata da una classifica e un rendimento desolanti. In attesa del ritorno di Raciti, che dovrebbe essere seguito anche dal preparatore atletico Delfio Restuccia, ad accogliere la squadra è stato il secondo Daniele Cinelli, che aveva già guidato il Messina nelle trasferte di Foggia e Crotone.

In attesa delle consistenti novità di mercato (il dg Manfredi parlò senza mezzi termini di una vera e propria rivoluzione), lo staff tecnico dovrà cercare di ottenere il massimo dall’attuale gruppo, apparso sfiduciato e demotivato nelle gare andate in scena a dicembre. Il Francavilla, così come la Fidelis Andria, messa ufficialmente sul mercato dalla proprietà, non ha brillato soprattutto in trasferta, dove ha ottenuto appena due punti in dieci gare.

Konate

L’appoggio di Konate (foto Andrea Rosito)

Per l’Acr la ghiotta opportunità di acuirne la crisi e riaprire una corsa salvezza decisamente complicata dopo avere ottenuto appena undici punti in venti gare, con l’aggravante delle quindici sconfitte, che rappresentano un record negativo.

È necessario svoltare ma un segnale alla squadra dovrà darlo anche la proprietà, dopo mesi caratterizzati dall’inerzia, prima nella pianificazione della stagione, con l’iscrizione arrivata soltanto in extremis, poi nel mercato estivo, che non ha regalato gli attesi colpi nella sessione milanese di fine agosto, e infine nella finestra riservata agli svincolati, nella quale è stato pescato con grande ritardo il solo Ngombo, quasi ingiudicabile, considerato che ha collezionato fin qui appena 140 minuti sul campo.

La preparazione proseguirà martedì con una sessione mattutina. Ma l’attenzione è legata principalmente agli annunci del presidente Pietro Sciotto, che ufficialmente non ha mai concluso le valutazioni sulle posizioni di Pitino e Auteri e aveva garantito novità a livello di dirigenza, staff tecnico e soprattutto organico. Un’attesa sempre più lunga, come quella di Godot.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.