Messina imbattuto con il Taranto nei precedenti. L’ultimo successo nel ’91: mattatore Protti

Taranto-MessinaLa terna e i due capitani

Tradizione decisamente favorevole per il Messina nelle sfide casalinghe con il Taranto, una classica del Sud che torna a più di 25 anni di distanza dall’ultimo precedente. Ben sedici le vittorie dei padroni di casa, quattro i pareggi. Mai i pugliesi si sono imposti in riva allo Stretto. La prima volta è relativa alla lontanissima stagione ’29-30, quando furono i giallorossi a prevalere per 2-1. Sempre nell’allora Prima Divisione, nel 1931-32, il Messina si impose con un clamoroso 8-1. Triplette di Ferretti e Corallo, reti di Cevenini III e Mandosso, dopo l’iniziale vantaggio ospite con Sculto. In B, nel 1935-36, un altro successo dei peloritani per 2-1.

Schillaci ai nostri microfoni

Tra i cadetti anche lo scoppiettante 5-3 del 1937-38, con il Messina capace di rimontare dallo 0-2. Centro di Fossati, doppiette di Viani e Greco. La serie di affermazioni proseguì nella stagione 1938-39 (2-1) e nel 1939-40, match vinto invece per 3-2 (a segno Girino, Benassi e Capri). Nel 1954-55 il primo risultato utile dei pugliesi che strapparono l’1-1 in riva allo Stretto. A Colomban rispose nell’occasione Castaldi. Finì invece 2-0 per il Messina sia nel 1955-56 (marcatori Bellotti e Nicoletti) che nel 1956-57 (Rossi e Pantaleoni gli autori delle reti).  Senza gol il confronto del 1957-58. Nel 1958-59 3-1 per il Messina: Bernini, Orlando (doppietta) e firma ospite di Giammarinaro. Nel 1959-60 giallorossi di misura, grazie all’1-0 di Barbieri al 77′. Le due squadre si ritrovarono poi in C nel 68-69, con il 2-0 dei padroni di casa per effetto del rigore trasformato da La Rosa e dell’autogol di Bertini.

Igor Protti

Salto temporale, quindi, fino alla stagione 1983-84. Messina-Taranto 1-0, con Del Rosso match-winner al 36′. Ancora in C1, nel campionato edizione 1985-86, lo 0-0 della prima giornata di un torneo ricco di soddisfazioni per entrambe. La squadra di Scoglio salì infatti in B a braccetto con i rossoblù. Successo rocambolesco (2-1) per i peloritani nella stagione seguente. Mossini al 38′, poi il momentaneo pari di Biondo all’88’ e la rete decisiva di Catalano proprio al 90′. Quindi al 3-1 del 1987-88. Assoluto mattatore Totò Schillaci, autore di una tripletta (32′, 78′ e 90′). Di De Vitis il gol della bandiera. Il 2-0 del 1988-89 vide protagonisti Pierleoni e De Simone, poi lo 0-0 nella stagione 1990-91. La sfida manca dal 1991-92: 3-1 per il Messina in Serie B. Battistella e due volte Protti. Per il Taranto il rigore di Lorenzo.

Commenta su Facebook

commenti