Messana in trasferta a Calatabiano. Cardia e Costanzo indisponibili

Messana contro il Messina Sud

Concluso il poker di impegni casalinghi con un importante successo contro l’Aci S.Antonio, domenica la Messana è attesa dall’insidiosa trasferta al “Giuseppe Calanna” per sfidare i padroni di casa del Calatabiano. La formazione etnea, indicata alla vigilia come una delle migliori del girone, si è messa alle spalle il complicato avvio di stagione, risalendo la classifica con cinque risultati utili consecutivi che l’hanno portata in settima posizione con 13 punti, -5 dai giallorossi.

Messana-Aci S.Antonio

Messana-Aci S.Antonio

Prova di maturità per la Messana di mister Michele Lucà che, nel match valido per la 10^ giornata del campionato di Promozione girone C, è chiamata a difendere l’attuale quinta piazza, cercando, quindi, di prolungare la striscia positiva di due vittorie consecutive. Il tecnico giallorosso potrà contare sui rientri del difensore Morgante, che ha scontato i tre turni di squalifica dopo l’espulsione contro il Terme Vigliatore, e del centrocampista Gazzetta, nuovamente disponibile dopo l’infortunio subito nel derby contro il Messina Sud e che lo ha costretto a saltare l’ultima sfida casalinga. Tra i 20 calciatori inseriti nella lista dei convocati dopo la seduta di rifinitura, non ci saranno Costanzo (indisponibile) e Cardia, ancora infortunato ma ormai sulla via del recupero.

I 20 convocati. Portieri: Francesco Arrigo (‘97), Leonardo Imbesi (‘98); Difensori: Giacomo Alibrandi, Angelo Angrisani, Carmelo Bonaffini, Daniele Broccio, Emanuele Bruno (‘97), Francesco Morgante, Francesco Saija (‘99); Centrocampisti: Francesco Andaloro, Simone Gazzetta, Marco Gentilesca, Antonino Polizzotto (‘99), Davide Santamaria; Attaccanti: Fabio Buda, Paolo Cannuni, Ivan Minutoli (‘99), Salvatore Nizzari, Vincenzo Scarantino (‘97), Fabrizio Spadaro (‘99). Fischio di inizio alle ore 14.30: il match sarà diretto da Sebastiano Antonio Grasso della sezione di Acireale, coadiuvato dagli assistenti Marco Gianino della sezione di Siracusa e Francesco Davide Bonaccorso della sezione di Catania.

Commenta su Facebook

commenti