https://facebook.openinapp.co/dedomenicofranco

https://facebook.openinapp.co/dedomenicofranco

Lucarelli parte bene: Ferri e Madonia stendono la Vibonese. Messina avanti in Coppa

Messina-ViboneseIl Messina celebra il meritato vantaggio in avvio di ripresa

I giallorossi vincono 2-0 e si qualificano alla fase successiva della competizione dove sfideranno il Catania. Le reti entrambe nella ripresa. Buon debutto per il neo tecnico in vista della prossima gara di domenica con la Casertana. 

Il pre-partita. Debutto ufficiale per Cristiano Lucarelli sulla panchina del Messina a 24 ore dall’ufficializzazione del cambio alla guida tecnica. Al “Franco Scoglio” c’è la sfida con la Vibonese, valida per il primo turno della Coppa Italia di Lega Pro. Gara unica, la vincente sfiderà il Catania. Il successore di Sasà Marra si affida a Russo tra i pali, Mileto, Maccarrone, Bruno, Marseglia in difesa, Musacci, Capua e Akrapovic a centrocampo, Milinkovic con Pozzebon e Ferri in avanti. Out gli indisponibili Rea, Mancini e Ionut. Mini turn-over anche tra i calabresi allenati da Massimo Costantino. Saraniti va in panca, nell’undici di partenza c’è invece l’ex Favasuli. Messina in maglia nera, Vibonese in divisa bianca. Scarsa la presenza di pubblico sugli spalti.

Lucarelli, esordio ok (foto Denaro)

Lucarelli, esordio ok (foto Denaro)

La cronaca. Ritmi bassi, la gara non decolla. Primo pericolo sul colpo di testa operato al 5’ a centro area da Tindo, sfera che si spegne a lato. Gara sin qui da sbadigli. Al 19’ cross da sinistra di Ferri, Milinkovic stacca di testa e trova l’opposizione di Sabato: proteste inutili, per l’arbitro l’intervento del difensore (con il braccio?) è regolare. Due minuti dopo bella acrobazia di Pozzebon che si coordina sul traversone di Milinkovic: pallone sul fondo, ma primi timidi applausi del pubblico. La Vibonese replica con la conclusione ravvicinata di Scapellato, facile la presa di Russo. Al 36’ Musacci innesca Milinkovic che perde però il rimpallo con l’avversario diretto e non riesce a battere verso la porta. Il primo corner della partita al 38’: Maccarrone svetta a centro area ma spedisce abbondantemente a lato. Si va al riposo inevitabilmente sullo 0-0.

Milinkovic (foto Denaro)

Milinkovic in azione (foto Denaro)

In apertura di ripresa subito uno scossone al match che era stato davvero soporifero. Marseglia, al 4’, crossa dalla sinistra e pesca sull’out opposto Ferri, precisa la conclusione al volo del numero 7 giallorosso che indirizza nell’angolino alla destra di Russo, con la sfera che sbatte sul palo e poi finisce alle spalle del portiere rossonero. Si sblocca il giocatore scuola Roma che era sin qui all’asciutto. Messina in vantaggio, è il primo centro della gestione Lucarelli. Dopo il gol ci prova dal limite Pozzebon che non riesce a dare forza al pallone, bloccato agevolmente da Russo. Vibonese ad un soffio dal pareggio al 14’: Scapellato serve Di Curzio che dal vertice sinistro dall’area piccola spara malamente alto, con Russo proteso in uscita. Foresta per Akrapovic è il primo cambio operato da Lucarelli. Qualche minuto dopo spazio anche a Madonia che rileva Ferri, autore del gol. Al 24’ ancora Pozzebon si libera al tiro dal limite, ma calcia sopra la traversa. Costantino si gioca la carta Saraniti, dentro al posto di Di Curzio. Problemi fisici per Maccarrone, sostituito al 29’ da Palumbo. Ci pensa poi Madonia, allo scoccare della mezz’ora, a chiudere definitivamente i conti: gran botta dai 25 metri che non lascia scampo a Russo. Una rete che ricorda quella siglata contro la Virtus Francavilla. Il sipario cala in anticipo sul match. Saraniti, su punizione, ci prova nel recupero, mandando sull’esterno della rete con la complicità di una deviazione. G. Russo sventa poi la minaccia sul corner successivo. Messina batte Vibonese 2-0, giallorossi al turno successivo di Coppa Italia dove affronteranno il Catania. Una boccata d’ossigeno per il gruppo, atteso ora dalla sfida casalinga di domenica in campionato con la Casertana, quando occorrerà tornare a far punti per risalire in graduatoria. Buona la prima per Cristiano Lucarelli che ha adesso qualche certezza in più.

La formazione del Messina (foto Denaro)

La formazione del Messina (foto Denaro)

Il tabellino. Messina-Vibonese 2-0
Messina: G. Russo, Mileto, Maccarrone (29’ st Palumbo), Ferri (22’ st Madonia), Musacci, Pozzebon, Milinkovic, Bruno, Akrapovic (18’ st Foresta), Capua, Marseglia. A disp. Berardi, Fusca, De Vito, Rafati, Bramati, Ricozzi, Lazar, Gaetano. All. Cristiano Lucarelli.
Vibonese: S. Russo, Paparusso, Chiavazzo, Scapellato (33’ st Surace), Yabre, Tindo (18’ st Cogliati), Manzo, Sabato, Di Curzio (26’ st Saraniti), Usai, Favasuli. A disp. Mengoni, Franchino, Giuffrida, Sicignano, Legras, Cinquegrana, Lettieri. All. Massimo Costantino.
Arbitro: Fabio Pasciuta di Agrigento. Assistenti: Salvatore Sangiorgio di Catania e Gaetano Massara di Reggio Calabria.
Marcatori: 4’ st Ferri (M), 30’ st Madonia (M)
Ammoniti: 23’ pt Maccarrone (M), 30’ pt Milinkovic (M), 36′ st Foresta (M), 38′ st Yabre (V). Note: Angoli 5-6 per la Vibonese; niente recupero nel primo tempo, 4′ nel secondo tempo.