Lucarelli: “Ho chiesto il potenziamento della rosa. Il mio staff è già a Messina”

Cristiano LucarelliCristiano Lucarelli in panchina

Sarà Cristiano Lucarelli il successore di Sasà Marra ed Enrico Buonocore sulla panchina del Messina. Considerando che anche Valerio Bertotto aveva un curriculum infinito da calciatore ma era alle prime esperienze da allenatore, per la terza volta in pochi mesi il presidente Natale Stracuzzi e i suoi collaboratori hanno deciso di scegliere un tecnico in rampa di lancio, che prova a ripetere dalla cabina di regia almeno parte dei numeri inanellati sul campo. L’auspicio di una piazza sempre più scettica è che dopo due fallimenti si possa arrivare all’attesa svolta.

Protti e Lucarelli

Con Igor Protti, Lucarelli ha formato la coppia che ha trascinato il Livorno in A

Dopo una giornata di riunioni, il tecnico livornese evita giri di parole: “Martedì mattina sarò in Sicilia per formalizzare un accordo che abbiamo già abbozzato. Avevo incontrato il presidente la scorsa settimana a Roma. A Stracuzzi chiederò le ultime garanzie sul potenziamento della squadra. Se tutto va come previsto e concordato, potrò apporre la mia firma sul contratto. Ma di ufficiale non c’è ancora nulla”.

In realtà l’esordio ufficiale del terzo allenatore della stagione è già alle porte e quindi ci si è già attivati in tal senso: “Il mio staff, composto da Richard Vanigli ed Alessandro Conticchio, è già a Messina, per dirigere il primo allenamento di questo nuovo corso. Abbiamo poco tempo a disposizione, mercoledì dovremo già scendere in campo per la Coppa Italia”. Vanigli è stato un’altra bandiera del Livorno, con cui ha collezionato quasi 200 presenze, ed è già stato vice-allenatore di Tuttocuoio e Forlì. Conticchio, che sul campo ha toccato i 150 gettoni nel Lecce, ha allenato la Viterbese, è stato vice a Viareggio e Pistoia ed era collaboratore di Lucarelli nel Tuttocuoio.

Cristiano Lucarelli

L’ultima esperienza con il Tuttocuoio non è stata esaltante per Lucarelli

Lucarelli è convinto che l’approccio non sarà un problema: “Non ho allenato nessuno dei calciatori già in rosa, ma conosco tutti gli elementi più rappresentativi. Ritengo sia prematuro parlare della rosa, che pure è ampia. Lo farò dopo il definitivo accordo sui programmi e l’organizzazione. Ripeto, ho chiesto alla proprietà la disponibilità a rinforzare la squadra”.

L’ex capocannoniere del massimo campionato è comunque consapevole che bisogna rimboccarsi le maniche per risalire la china: “Ho seguito l’ultima partita con il Monopoli e presto visionerò altri filmati. Credo che si dovrà lavorare prima di tutto sulla testa dei calciatori, che va ripulita da cattivi pensieri e negatività, per non sprofondare nella depressione. Se perdi cinque partite su sei ovviamente non avrai il morale alle stelle”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com