L’Orlandina dilaga nel terzo quarto ed è in semifinale. Sconfitta la BS Messina

Orlandina BasketJasaitis e Gatti fanno festa (foto Michela Masitto)

L’Orlandina rispetta i pronostici e dopo avere faticato nei quattro precedenti stagionali, cedendo due gare a Messina, si aggiudica nettamente e con merito la decisiva gara-tre dei quarti di finale playoff conl punteggio di 84-61 su una Basket School che per venti minuti era rimasta appaiata al quotato avversario ma poi ha pagato anche l’assenza di Janic e una panchina corta mentre i paladini recuperavano Jasaitis, subito decisivo in un collettivo grandi firme.

Orlandina Basket

Palermo in marcatura su Busco (foto Michela Masitto)

Nella ripresa il maxi break paladino originato da un formidabile 17/34 da tre ha spianato la strada ai padroni di casa, trascinati anche dal proprio caloroso pubblico. Per l’Orlandina quattro uomini in doppia cifra e 107-49 nella valutazione a legittimare come il derby sia durato soltanto 20’. La cronaca. Squadre contratte in attacco e punteggio molto basso. Si parte a strappi: l’Orlandina trova subito tre triple, una del rientrante Jasaitis, e scappa sul 9-4. A cavallo tra primo e secondo quarto parziale ospite di 11-0, con un gioco da quattro punti di Labovic che vale il 9-15. L’Orlandina reagisce e i primi sei canestri dal campo sono tutti da tre per il 18-20.

Poi si sblocca Moltrasio e Messina paga le palle perse, scivolando prima a -4 (26-22) e poi a -7 (37-30), anche per le tre “bombe” consecutive di Caridà. Dopo l’intervallo il match cambia totalmente e l’Orlandina ipoteca il passaggio del turno, con un parziale impressionante. Una serie incredibile di triple di Gatti, Jasaitis, Palermo, Caridà, Moltrasio e Mascherpa consente ai paladini di piazzare un 35-6 decisivo ai fini della vittoria: l’Infodrive Arena è in delirio. 72-38 il parziale a fine terzo quarto, utile ad abbattere anche un toro.

Basket School Messina

La Basket School Messina ringrazia il suo pubblico (foto Michela Masitto)

Per la prima volta in cinque sfide stagionali emerge la maggiore qualità dei paladini, costruiti per un obiettivo promozione che adesso è sempre più vicino. Già domenica la prima sfida valida per la semifinale con Molfetta. L’Orlandina ha dedicato il successo all’indimenticato giornalista Sergio Granata, a cinque anni dalla sua scomparsa. Se Favali e compagni fanno festa e guardano alle prossime sfide con rinnovate ambizioni e consapevolezza, anche Messina si gode gli applausi del pubblico: partita per centrare una tranquilla salvezza è andata ben oltre e potrà sognare un futuro migliore se la città la supporterà maggiormente.

ORLANDINA-BASKET SCHOOL MESSINA-84-61
Parziali: 9-11; 37-32; 72-38.
Orlandina: Palermo 3, Moltrasio 6, Favali 8, Gatti 11, Leonardo Marini 8, Mentonelli, Caridà 18, Jasaitis 13, Mascherpa 11, Agbortabi 6. Allenatore: Bolignano.
Basket School Messina: Busco 3, Di Dio 15, Labovic 15, Tartaglia 4, Yeyap, Vujic 11, Buldo 4, Gaetano Elia Sidoti 3, Caruso 6. N.e.: Janic, Contaldo. Allenatore: Pippo Sidoti.
Arbitri: Leggiero e Serse.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma per 6 anni. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, dal 2023 assistente amministrativo in istituti secondari e licei a Piacenza