Lomasto: “Catalano e Sabatino innesti di spessore. Vogliamo la prima vittoria”

Paolo LomastoPaolo Lomasto in azione a Cittanova

Il difensore dell’Acr Messina Paolo Lomasto è intervenuto ai microfoni di Radio Night: “Personalmente non mi aspettavo questa prestazione a livello di singoli perché da tanto tempo non scendevamo in campo. Mi reputo di essere al 60%, per arrivare al massimo serviranno ancora due-tre partite, per crescere a livello di intensità e forza”.

Lavrendi

Lavrendi e compagni a Cittanova

L’esordio, pur caratterizzato da una doppia rimonta, lascia luci e ombre: “Dobbiamo crescere come approccio alla gara perché Cittanova ci ha dimostrato di aver pagato a caro prezzo due ingenuità. Siamo andati sotto dopo tre minuti alla prima partita ufficiale e non era facile reagire ma con la forza del gruppo e con l’organizzazione siamo riusciti a reagire”.

I calabresi si candidano comunque a un ruolo da protagonisti: “Giocare a Cittanova non è facile, due anni fa lì perse anche il Bari. È la dimostrazione di quanto fossimo concentrati. La squadra c’è e dimostra la voglia di raggiungere gli obiettivi prefissati”.

Acr Messina

La formazione titolare schierata a Cittanova

Foggia e compagni non sono riusciti a sfruttare i due uomini in più: “L’unico rammarico era la doppia superiorità numerica, ne abbiamo parlato nello spogliatoio. In futuro dovremo giocare con più fraseggi per fare uscire le difese avversarie evitando il loro posizionamento a difesa della porta. È più facile difendersi dietro la linea della palla per chi vuole attaccare”.

L’ultima ha regalato tre innesti dal mercato, con Saindou e Cruz ufficialmente giallorossi: Catalano lo conosco per averci giocato contro negli anni. È un bell’esterno, ci darà una mano insieme all’attaccante perché il campionato è lungo, pieno di sfide e servirà l’apporto di tutti. Sabatino è un singolo di spessore, ha giocato in categorie importanti ma posso dirti che da difensore a livello difensivo conta maggiormente il reparto nel suo complesso. In serie D come a livelli più alti anche gli attaccanti devono essere i primi difensori per agevolare il ruolo dei difensori e dialogare col resto della squadra. Gli under sono bravi ragazzi e giocatori di qualità che possono darci un’arma in più e dimostrare le loro qualità in ottica futura”.

Cittanova

La formazione titolare del Cittanova

Contro il Biancavilla non ci sono alternative al successo: “Domenica vogliamo fare una grande prestazione collettiva e di arrivare alla vittoria perché lo meritiamo in quanto lavoriamo dallo scorso 24 agosto e lo merita la gente che ci segue con affetto. I tifosi rappresentano una piazza importante e di grande blasone. Spero che passi al più presto questo difficile momento e possano tornare allo stadio perché abbiamo bisogno di loro sia in casa che fuori”.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva