ll "Giro delle Isole Eolie" parla australiano

Cambio al vertice al “XIII Giro Podistico a Tappe delle Isole Eolie”. L’australiano Tony Russo (Glenhuntly Athletics Club) si è aggiudicato la prima prova di Lipari (Acquacalda-Canneto di 6,5 km) e scavalcato di 6” nella classifica generale il giovane emiliano Salvatore Franzese dell’Atletica RCM Casinaldo, che aveva vinto la gara d’apertura di Vulcano della manifestazione internazionale Fidal organizzata dalla Polisportiva Europa Messina.  
“Sto bene fisicamente e, soprattutto, sono felice di stare qui alle Isole Eolie nella terra d’origine dei miei genitori, ci dice soddisfatto Russo. Dopo alcuni chilometri mi sono ritrovato solo in testa al gruppo ed ho insistito nel ritmo. Al quinto mi ha raggiunto, però, Franzese, ma sono riuscito a staccarlo in discesa e a tagliare da solo il traguardo”. Franzese è giunto secondo, attardato, comunque, di soli 11”, per cui si prospetta un’entusiasmante duello per la vittoria del Giro 2013. Terzo posto per Valerio Dotto (Pam Mondovì) in 23’19”, che ha preceduto il compagno di squadra Luca Bessone (23’31”). Quinto Marco Corradini dell’Atletica RCM Casinaldo e sesto Emanuele D’Angiò (Sport Team Roma).
Settima assoluta e dominatrice tra le donne Laura Ricci (Corradini Rubiera), che ha concluso la sua fatica dopo 24’ ed ipotecato, così, il successo finale. Dietro di lei, sono giunte nell’ordine: Ilaria Fantigrossi (Running Club Futura Latina), Valentina Gualandi (Gabbi Bologna), Mara Fornasari (Corradini Rubiera), Giorgia Cappuccio (Podistica Vallevaraita) e la messinese Francesca Colafati della Fidippide. Da segnalare, il ritiro di Luigi Guidetti (Corradini Rubiera), vincitore di sei edizioni della competizione eoliana, che ha pagato dazio al virus intestinale che lo ha debilitato nella scorsa settimana. A Canneto tutti i vincitori di categoria sono stati premiati dal vice sindaco di Lipari Gaetano Orto.
Il programma prevede, infine, domani il temuto “tappone” di Salina, con partenza da Rinella ed arrivo a Santa Marina Salina. Una gara di ben 14,5 km con continui saliscendi, che metteranno a dura prova i muscoli dei podisti. Molti dei verdetti verranno pronunciati, quindi, proprio a Salina, per cui sono possibili cambiamenti sostanziali in graduatoria. 
The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti