Mendicino: che paura. Salernitana, successo con dedica. Benevento sempre primo

Mendicino

Dramma sfiorato in Matera-Salernitana. La grande paura ha poi lasciato per fortuna spazio ad un grosso sospiro di sollievo. “A seguito di uno scontro di gioco – come recita il comunicato del club granata – Ettore Mendicino ha subito un forte trauma cerebrale commotivo. La situazione clinica è stabile. L’atleta osserverà 48 ore di osservazione presso il presidio Ospedaliero “Madonna delle Grazie” di Matera”. Colpito al volto da un avversario al 7′ l’attaccante era caduto a terra privo di sensi, per la disperazione di tutti. Si è temuto il peggio, con la gara sospesa fin quando non sono finalmente giunte le buone notizie, diffuse direttamente dallo speaker dello stadio. In campo la Salernitana piazza il colpo, imponendosi per 1-2 e dedicando ovviamente il successo al proprio calciatore. Di Colombo al 14′ il gol del vantaggio. Al 22′ l’immediato pari di Madonia. Nemmeno l’espulsione di Bovo frena la squadra di Menichini che trova la rete decisiva con Franco al 27′ della ripresa. I granata si mantengono così a -3 dalla vetta, occupata ancora dal Benevento. La capolista piega la Vigor Lamezia, proseguendo inarrestabile la sua corsa. Eusepi (19′) consente ai sanniti di andare al riposo avanti e raddoppia poi al 25′ del secondo tempo. Nel finale Del Sante (che aveva fallito un penalty) e Agyei fissano il punteggio sul 3-1.Prova di forza della Juve Stabia che supera 2-0 la Lupa Roma in uno dei confronti più interessanti della giornata e resta con la Salernitana al secondo posto. Padroni di casa in vantaggio nel primo tempo con il gol al 33′ di Gammone. Al 24′ della ripresa il raddoppio con Ripa, a segno di testa dopo essere subentrato a Caserta. Nulla da fare per gli uomini di Cucciari, al secondo ko in campionato.

Ripa della Juve Stabia

Ripa della Juve Stabia

Vittoria meritata della Casertana che regola 3-1 l’Ischia al “Pinto”. Ospiti avanti al 33′ con Ingretolli, ma la reazione dei rossoblù arriva già al 2′ di recupero del primo tempo con un gran gol al volo di Bianco. Nella ripresa Diakite al 29′ sigla il sorpasso. Chiude i conti cinque minuti dopo Cissè su rigore. Espulso il tecnico Gregucci nel finale. Sempre più critica la situazione dei gialloblù, alla quarta sconfitta di fila: contestato Porta. Sorride anche il Lecce che vince di misura sul Cosenza. I salentini, confermandosi imbattibili al “Via del Mare”, passano grazie a Sacilotto, in gol al 26′ del secondo tempo. Nonostante la buona prova la compagine affidata a Roselli deve arrendersi. Accade tutto nella ripresa al “Marcello Torre” tra Paganese e Barletta. La squadra di Sottil si impone per 2-1, allungando la sua striscia positiva. Deli, al 17′ della seconda frazione, sblocca il risultato con una bella conclusione dalla distanza. I pugliesi pareggiano al 27′ grazie ad un’autentica prodezza di Floriano, ma sono costretti ancora a capitolare per effetto dell’autogol di Kiakis, sul tentativo di Tartaglia, al 38′. La Paganese balza così a quota 12, dimostrando di aver cambiato marcio dopo l’avvicendamento in panchina. Per gli uomini di Sesia un’altra battuta d’arresto, addirittura la quinta consecutiva.

Il tecnico della Reggina Ciccio Cozza

Il tecnico della Reggina Ciccio Cozza

Pari a reti bianche tra Martina e Melfi. Gli ospiti, dopo un primo tempo di marca pugliese, hanno sprecato però una clamorosa chance al 41′, quando Berardino si è lasciato parare il rigore da Bleve. Nell’occasione espulso anche Patti tra i padroni di casa, reo del fallo in area su Caturano. Ripresa priva di grossi sussulti, inevitabile lo 0-0. Per i lucani, che non hanno approfittato della superiorità numerica, matura così il nono pari su undici incontri disputati. Il Martina sale invece a quota 10, compiendo un altro piccolo passo avanti. Chi non riesce ad invertire la rotta è la Reggina che pareggia 1-1 al “Granillo” con l’Aversa nella sfida tra ultime della classe. Louzada al 18′ illude gli amaranto, ripresi dall’ex giallorosso De Vena, a segno al 34′. Di Michele fallisce nel finale il gol partita. Per la squadra di Cozza strada sempre più in salita. Lunedì il posticipo Catanzaro-Savoia.

Risultati 11. giornata: Benevento-Vigor Lamezia 3-1, Casertana-Ischia 3-1, Catanzaro-Savoia lunedì 20.45, Juve Stabia-Lupa Roma 2-0, Lecce-Cosenza 1-0, Martina-Melfi 0-0, Matera-Salernitana 1-2, Messina-Foggia 0-1, Paganese-Barletta 2-1, Reggina-Aversa Normanna 1-1.

Classifica: Benevento 25, Juve Stabia, Salernitana 22, Casertana, Lecce 21, Matera, Vigor Lamezia, Catanzaro* 18, Lupa Roma, Foggia (-1) 17, Messina, Paganese 12, Martina 10, Melfi 9, Barletta 8, Ischia, Savoia*, Cosenza 7, Reggina (-4) 6, Aversa Normanna 5. * Catanzaro e Savoia una gara in meno

 

Commenta su Facebook

commenti