La Waterpolo Messina dura solo due tempi, Milano si impone per 15-9

Pallanuoto Milano - WP Messina

Esordio amaro nel massimo campionato femminile per la Waterpolo Messina. Nella gara inaugurale, la squadra di Francesco Misiti è stata sconfitta 15-9 dal Milano delle ex Apilongo e Gitto. Per due tempi gara piuttosto in equilibrio, infatti, il primo tempo si conclude sul 3-2 ed il secondo tempo sul 7-6, con le peloritane che rispondono colpo su colpo alle iniziative delle lombarde. Dopo l’intervallo lungo, però, le meneghine hanno fatto valere il fattore campo e la panchina più lunga, allungando fino al 13-8, per poi controllare il match. Le giallorosse, adesso, avranno a disposizione due turni interni consecutivi contro altrettante formazioni liguri, il Rapallo e il Bogliasco. Soprattutto il primo match sarà indicativo perché, come quello giocato oggi, sarà uno scontro diretto per la salvezza.

Federica Radicchi

Il capitano della WP Despar Messina Federica Radicchi

A fine gara Francesco Misiti commenta così la sconfitta della sua squadra: “Per due tempi siamo stati in partita. Abbiamo sbagliato troppo con l’uomo in più e, alla lunga, siamo stati puniti. Sappiamo che la nostra stagione non sarà facile. Proveremo a riscattarci.”

TABELLINO – Milano-Waterpolo Messina 15-9 (3-2, 4-4, 6-2, 2-1)

N.C. Milano: Nigro, Apilongo 1, Crudele, Gitto 2, Ranalli 4, Fisco 2, Menczinger 2 (1 rig.), Zerbone 1, Cordaro, Crevier 2, Murer, Repetto 1, Friz. All. Diblasio.

Wp Messina: Sotireli, De Vincentiis 2, Le Donne, Amedeo 2, Brown, Radicchi, D’Amico 3, Rella 1, Zhao 1 (1 rig.), Screnci. All. Misiti.

Arbitri: Guarracino e Rovida.

Superiorità numeriche: Milano 4/10 + un rigore, Messina 3/11 + un rigore.

Note: uscita per limite di falli Crevier (N) nel quarto tempo.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti