La Sigma Barcellona concede il bis di vittorie contro un Ferentino indomabile

Fase di gioco
Una fase del riscaldamento di Barcellona

Una fase del riscaldamento di Barcellona

Dopo tanta attesa è arrivato il giorno del debutto interno per la Sigma Barcellona nel campionato di Lega Adecco Gold. La squadra giallorossa, allenata per il secondo anno consecutivo da Giovanni Perdichizzi, punta a conquistare il secondo successo consecutivo della stagione dopo la vittoria di Casale Monferrato e confermarsi sodalizio che punta a vincere il campionato. Al PalAlberti ospite di turno è l’FMC Ferentino che schiera ben quattro ex con in testa l’allenatore Franco Gramenzi, promosso con Barellona nel 2010, e sul parquet il trio composto da “Ciccio” Guarino, Marco Giuri e l’ex capitano di mille battaglie Ryan Bucci. Organico al completo per i padroni di casa del presidente Immacolato Bonina che recuperano l’ala Natali, bloccata in settimana da una botta alla gamba ed il capitano Maresca.
La cronaca: Poco prima della palla a due standing ovation di tutto il palasport per Ryan Bucci che riceve, dai tifosi giallorossi, una gigantografia e, direttamente dalle mani del presidente Bonina, una targa a ricordo dei suoi quattro anni spesi in Riva al Longano. Coach Perdichizzi schiera il quintetto iniziale composto da Collis, Young, Filloy, Maresca e Fantoni Ferentino risponde con Guarino, Green, Bucci, Pierich e Rosignoli. E’ il pivot Fantoni dalla linea della carità il primo a muovere il punteggio, Barcellona comincia bene a rimbalzo e capitalizza diversi possessi in attacco non trovando però il canestro, ci pensa l’ex Bucci a rispondere in arresto e tiro per l’1-2. Maresca da sotto appoggia a canestro ma è sempre Bucci ad ispirare i suoi con la prima tripla della serata (3-5), fulminea la riposta di Young che realizza due canestri consecutivi ridando il vantaggio ai propri compagni (7-5). Ferentino trova difficoltà a scardinare la difesa igeana ed allora ci pensa il folletto Collins a colpire per ben due volte dall’arco (13-5) costringendo al time out Gramenzi. Tra gli ospiti fa il suo esordio sul parquet Giuri ed è Young in attacco a dare il primo vantaggio in doppia cifra della serata; Barcellona convince a rimbalzo con una netta supremazia (10-5 il dato parziale) ma la situazione falli comincia a preoccupare Perdichizzi col capitano Maresca già gravato di due falli. Mortellaro dà respiro ai laziali con un 2/2 ai liberi, Toppo segna l’ultimo canestro del primo periodo che si chiude sul 17-7. Migliori marcatori di questa frazione sono Collins e Young con 6 punti ciascuno.

Fase di gioco

Fase di gioco

Nel secondo quarto Barcellona gioca contemporaneamente con due play grazie all’ingresso sul parquet dell’ex Sassari Pinton che colpisce subito dalla lunga distanza (20-7). Toppo allunga il divario prima della tripla di Parrillo, appena entrato; Maresca in bello stile colpisce nell’area pitturata e risponde ai primi punti dal campo del leader laziale Green (26-12 a 5’ dall’intervallo lungo). E’ il play Parrillo a suonare la carica per gli ospiti con quattro punti in sequenza che riportano a meno dieci la sua squadra (26-16). Young è  preciso dai liberi dopo aver subito un fallo antisportivo ma ancora Parrillo si conferma letale con una tripla ed un rimbalzo offensivo su errore di Rosignoli (28-21). Young e Maresca interrompono la rimonta degli ospiti che rimangono però attaccati al match con il duo Pierich-Bucci (34-26). Guarino in transizione riporta a contatto Ferentino prima che dall’angolo Collins realizzi la terza tripla della sua serata (3/5), è di Pierich in sospensione l’ultimo canestro del primo tempo che si chiude sul 37-31 (parziale di 24-20 per Ferentino nei secondi dieci minuti dopo essere stata sotto anche di 14 punti). Top scorer della prima frazione è Collins con 11 punti, 3 assist e 14 di valutazione, tra gli avversari risponde Parrillo con 8 realizzazioni e 12 di rendimento.
Alla ripresa del gioco Green trova in solitudine il secondo canestro della sua serata prima di scagliare la tripla e Ferentino si riavvicina ad un solo punto di distacco (37-36); in attacco Fantoni sblocca i suoi con un appoggio a canestro subito imitato da Young. Dall’altro lato l’attacco di Ferentino è affidato interamente a Green che in tre minuti sale in doppia cifra (11) prima della tripla di Young che vale il 44-40. Fantoni per due volte fa la voce grossa sotto canestro ma Ferentino continua ad essere precisa dall’arco (6/12 per il 50%) con Guarino e rimane in scia ai locali. Bucci iscrive il proprio nome a referto nel secondo tempo ridando dopo diversi minuti il vantaggio ai laziali (49-50 a 4’ dalla penultima sirena). Fantoni dalla lunetta fa 1/2 portandosi a quota 9 punti personali ed impattando il punteggio a quota 50. Nel momento più difficile della serata determinanti per la Sigma sono prima un recupero di Young che poi segna comodamente in penetrazione e poi una tripla dall’angolo di Maresca che rimette cinque punti tra Barcellona e Ferentino. Il PalAberti diventa una bolgia quando Collins scaglia due triple in sequenza (5/8 per il play nativo di Crisfield) rese vane da altrettante conclusioni di Guarino e Green, prima che Young (16 punti) trovi l’ultimo canestro del quarto per il definitivo 63-56 del 30’.

Un primo piano di Andre Collins

Un primo piano di Andre Collins

L’ultimo quarto si apre nel nome di Toppo che prima con un jump dai quattro metri e poi con un reverse allunga per Barcellona (67-56). L’ex Bucci con due canestri diventa il miglior marcatore per Ferentino (15), squadra che non molla mai e che con Green e Rosignoli si rifà minacciosa (71-67) costringendo Perdichizzi a chiamare il time out. Una tripla di Pierich prosegue l’ottimo momento di forma dei suoi che si riportano ad un punto di svantaggio prima che Young porti a 21 i suoi punti con una iniziativa personale (73-70). La Sigma non riesce dall’arco ad aprire la difesa avversaria e Bucci (17) ridà il -1 al team di Gramenzi a due minuti dal termine dell’incontro. L’intensità del match cresce notevolmente, è ancora Young a confermarsi cecchino dalla lunetta riportando Barcellona sopra di un possesso (75-72). Pierich non ci sta ed allunga l’equilibrio massimo vissuto nell’ultimo quarto prima che Filloy iscriva il suo nome a referto con un bel movimento spalle a canestro. Maresca e Green colpiscono dall’arco per le rispettive speranze di vittoria col capitano giallorosso che va in lunetta sul punteggio di 80-78 a 17” dalla fine. L’ex Caserta fa 2/2 mettendo due possessi di distacco tra sé e Ferentino, costretta a chiamare minuto. Nel successivo attacco Pierich sbaglia dall’arco e Collins avvicina la vittoria segnando due tiri liberi per l’84-78 (per la Sigma un complessivo 13/16 a cronometro fermo); Guarino in soli tre secondi segna dalla rimessa (84-81) allontanando gli spettri della sconfitta ma Barcellona ha tra le mani un attacco decisivo. Young si conferma perfetto dalla carità (86-81) ma una ingenuità difensiva di Barcellona permette a Bucci di realizzare un gioco da tre punti (22 per l’ex capitano giallorosso) e a Ferentino di restare incredibilemte  aggrappato al match. Toppo segna un solo libero ma la difesa giallorossa recupera il pallone decisivo con Collins (21 punti finali) che può scrivere la parola fine al match.

La Sigma Barcellona alla fine può esultare per il secondo successo consecutivo, il primo interno della stagione, al termine di una sfida non semplice contro un avversario come Ferentino mai domo e che fino all’ultimo ha provato a portare a casa la vittoria. Quattro punti in classifica sono il miglior viatico possibile per i giallorossi che nel prossimo turno affronteranno una pari grado come Brescia, un match che nonostante sia solo alla terza giornata può già dire tanto in chiave alta classifica.

L'esultanza a fine gara dei giocatori di Barcellona

L’esultanza a fine gara dei giocatori di Barcellona

Sigma Barcellona-FMC Ferentino 89-84
Parziali: 17-7; 35-31; 63-56
Sigma Barcellona: Young 25, Dispinzeri ne, Toppo 11, Maresca 16, Natali, Collins 21, Filloy 2, Iurato ne, Pinton 3, Fantoni 11. All: Pedichizzi
Ferentino: Guarino 13, Bucci 22, Mortellaro 3, Duranti ne, Pierich 11, Green 15, Rosignoli 7, Giuri 3, Parrillo 10. All: Gramenzi

Commenta su Facebook

commenti