La Salernitana è promossa in B. Matera terzo, Juve Stabia che tonfo

SalernitanaUn undici titolare della Salernitana

Un salernitano regala la serie B alla Salernitana. All’Arechi è esplosa la festa dopo il 3-1 inflitto dalla squadra di Menichini al Barletta. Un risultato che abbinato all’1-1 del Benevento con il Messina – a segno con Elio Nigro, nativo di Eboli – vale per i granata la promozione tra i cadetti con due turni di anticipo, traguardo centrato a cinque anni di distanza dall’ultima volta. E dire che al 12′ erano stati i pugliesi a portarsi in vantaggio con Turchetta. Appena 2′ dopo il pari di Negro, abile a superare in girata Liverani. Al 32′ il raddoppio del solito Calil, a segno dal dischetto per la sedicesima volta in campionato. Nella ripresa il tris di Mendicino, a 3′ dallo scadere. Da Benevento arriva la notizia più attesa e per la Salernitana di Lotito il sogno diventa realtà, dati i sette punti di vantaggio sulla seconda a 180′ dalla conclusione.

L'esultanza del Matera

L’esultanza del Matera

In chiave playoff adesso è vera bagarre. Il Matera aggancia al terzo posto la Juve Stabia a quota 66 grazie al successo di Ischia per 1-2. Accade tutto nella ripresa. Al 71’ sblocca Letizia, lesto ad insaccare sulla corta respinta di Giordano. Rimedia per i gialloblù Infantino su rigore al 79’. La beffa arriva al 92’: Diop mette dentro sugli sviluppi di un corner. Le “vespe”, battute dal Melfi per 2-1, vengono inoltre sopravanzate per effetto degli scontri diretti favorevoli ai lucani. Al 45’ colpo di testa vincente di Dermaku per il vantaggio della formazione di Bitetto. Al 59’ rigore sbagliato dagli ospiti con Di Carmine, puntualmente puniti al 63’ dal raddoppio di Tortori. Ripa, all’82’, può solo accorciare. Dopo aver vinto il recupero con il Martina la Casertana piega anche la Vigor Lamezia. Al “D’Ippolito” è 1-2 col brivido. Al 7’ Agodirin apre le marcature. Scarsella, al 74’, fa 1-1, ma ci pensa Marano, al 91’, a regalare il successo ai “falchetti” con un gran destro. Lecce corsaro, ancora grazie a Doumbia, match-winner del derby pugliese a Martina Franca. Il francese, in gol al 57’, spacca la partita con un colpo di testa su cross di Mannini. Questa la situazione dal terzo al sesto posto: Matera e Juve Stabia 66, Casertana 65, Lecce 63.

Iemmello del Foggia

Iemmello del Foggia

Success in rimonta per il Foggia, tuttavia ormai staccato dalle posizioni che contano. Rossoneri vittoriosi per 3-2 sul fanalino di coda Reggina. Subito Iemmello al 1’, poi Armellino al 14’ e Viola al 52’ capovolgono le sorti dell’incontro. Nel finale al 76’ Minotti beffa da lontano Kovacsik e all’89’ Iemmello decide la gara firmando la doppietta personale. Gli amaranto, già retrocessi in D ma in attesa dei ricorsi sulla pesante penalizzazione, non sfruttano il ko del Savoia, battuto a domicilio per 1-3 dalla Lupa Roma. Dopo l’ennesima settimana travagliata, oplontini avanti grazie a Di Piazza al 31’. L’ex Del Sorbo è però implacabile e al 46’ sigla il pari, ripetendosi al 54’ su rigore. Chiude i conti Tajarol al 65’. I capitolini festeggiano così la matematica salvezza. Pari a reti bianche in Aversa-Cosenza (Lagomarsini decisivo allo scadere su De Angelis) e segno “X” anche in Catanzaro-Paganese. Al “Ceravolo” è 1-1: botta e risposta tra Ilari (18’) e Calamai (38’). Gli azzurrostellati si accontentano del pari, mantenendo le cinque lunghezze di vantaggio sul Messina quintultimo. Giallorossi, in zona playout, davanti ad Ischia (30), Aversa (29) e Savoia (25).

L'attaccante Del Sorbo

L’attaccante della Lupa Roma Del Sorbo

Risultati 36. giornata: Aversa Normanna-Cosenza 0-0, Benevento-Messina 1-1, Catanzaro-Paganese 1-1, Foggia-Reggina 3-2, Ischia-Matera 1-2, Martina Franca-Lecce 0-1,Melfi-Juve Stabia 2-1, Salernitana-Barletta 3-1, Savoia-Lupa Roma 1-3, Vigor Lamezia-Casertana 1-2

Classifica: Salernitana 79; Benevento 72; Matera e Juve Stabia 66; Casertana 65; Lecce 63; Foggia 60; Catanzaro 50; Melfi 45; Cosenza 44; Vigor Lamezia 43; Barletta 41; Lupa Roma 40; Martina Franca 37; Paganese 36; Messina 31; Ischia 30; Aversa Normanna 29; Savoia 25; Reggina 11. Penalizzazioni: Reggina -16; Barletta -6; Savoia -4; Melfi -2; Aversa Normanna, Foggia e Ischia -1.

Commenta su Facebook

commenti