La Leonzio rimonta il Milazzo. Non basta il nono gol di La Spada, espulso Agolli

Ss MilazzoIl rigore di La Spada (foto Nino La Rosa)

Terzo pareggio nelle ultime quattro partite per il Milazzo, che impatta per 1-1 sul campo della Leonzio all’Angelino Nobile di Lentini. Prima parte del match piuttosto positiva per i ragazzi di mister Venuto. Isgrò è molto ispirato e il portiere di casa Riccio in grande giornata, impedendo ai rossoblu di chiudere il primo tempo in vantaggio dopo il botta e risposta dal dischetto. Ne è seguita una seconda frazione in cui i mamertini hanno faticato parecchio a trovare spazi utili per affondare, la manovra è apparsa piuttosto lenta e prevedibile. Si è anche rischiato il ko, con la Leonzio che ha fallito una limpida occasione per vincere il match. Nonostante l’inferiorità numerica il Milazzo ha comunque tentato sino all’ultimo istante di portare a casa i tre punti.

Ss Milazzo

I tifosi del Milazzo a Lentini (foto Nino La Rosa)

La cronaca. Al 9’ prima grande chance per il Milazzo, Isgrò centra dalla destra per Scolaro che calcia a botta sicura, Riccio si supera e devia sulla traversa. La Leonzio risponde al 14’ con una mezza rovesciata di Caltabiano sugli sviluppi di un corner, la difesa mamertina allontana nei pressi dell’area piccola. La partita è vivace e viaggia su buoni ritmi, i padroni di casa, con una formazione profondamente rinnovata e ringiovanita rispetto ad inizio stagione, se la giocano a viso aperto. Al 29’ slalom di Isgrò che semina un paio di avversari e viene steso da Puccio in area di rigore. Il signor Arculeo decreta il penalty, che La Spada trasforma con freddezza spiazzando Riccio. La gioia dei rossoblu dura appena cinque minuti. Al 34’ percussione dello stesso Puccio che penetra in area e viene toccato da Agolli, per il direttore di gara è calcio di rigore fra le veementi proteste dei giocatori del Milazzo. Dal dischetto si presenta Barbera, che batte Quartarone. I ragazzi di Venuto imbastiscono una reazione e al 41’ sfiorano il nuovo vantaggio. Ancora un ottimo Isgrò fa partire un perfetto spiovente per il colpo di testa in tuffo di Ten Lopez, Riccio compie un altro splendido intervento e sulla ribattuta altro colpo di testa di La Spada, la sfera termina poco lontana dal palo.

Ss Milazzo

Un undici titolare del Milazzo (foto Nino La Rosa)

Nella ripresa il gioco è più compassato e i pericoli da ambo le parti latitano. Al 56’ mister Venuto potenzia il reparto offensivo inserendo Cambria per Scolaro. I rossoblu impongono un dominio territoriale che si rivela piuttosto sterile, ci sono poche idee e si registra una mancanza di lucidità. Merito anche della Leonzio che chiude diligentemente gli spazi e prova a sfruttare le ripartenze. Il match cala d’intensità e sfocia quasi nella noia, regna un sostanziale equilibrio fra le due contendenti. Una scossa di adrenalina arriva poco dopo la mezz’ora. Al 76’ rapida triangolazione nello stretto La Spada – Ten Lopez, la conclusione dell’attaccante argentino viene murata. Due minuti gigantesca occasione per la Leonzio, Caltabiano calcia da posizione vantaggiosissima, Quartarone compie un autentico miracolo, Valenti fallisce clamorosamente il tap-in da pochi metri sparando alto in curva. Al 83’ si accende ancora Isgrò, cross teso da destra per La Spada anticipato a pochi metri dalla porta. All’85’ il Milazzo resta in dieci uomini, secondo cartellino giallo ai danni di Agolli per un fallo sull’out di destra. Nonostante l’inferiorità numerica i mamertini provano comunque a vincere a partita non riuscendo però a creare pericoli concreti dalle parti di Riccio. Nei minuti di recupero pericolosa ripartenza dei bianconeri in situazione di tre contro tre ma Mancuso prova la soluzione personale e l’occasione sfuma. Domenica prossima i ragazzi di mister Venuto ospiteranno al “Marco Salmeri” il Santa Croce, ultimo in classifica. Nell’auspicio che si torni alla vittoria fra le mura amiche dopo due mesi e tre pareggi consecutivi in casa.

Ss Milazzo

Marco Scolaro si è legato recentemente al Milazzo (foto Nino La Rosa)

LEONZIO 1909 – MILAZZO 1-1
LEONZIO 1909: Riccio, Iuculano, Puccio, Tornatore, Parisi, Kirton, Barbera (92’ Dantoni), Valenti, Mancuso, Frimpong, Caltabiano. A disposizione: Di Benedetto, De Carlo, Roccaforte, Russo, Sgroi, Sequenzia, Cannone, Ballacchino. All. Daghio.
MILAZZO (4-3-3): Quartarone; Agolli, Gazzè, Tosolini, Gitto; Presti, Scolaro (56’ Cambria), Bucolo (77′ Spaticchia); Isgrò, Ten Lopez, La Spada. A disposizione: Catelli, Matinella, Insana, Errante, Frassica, Di Natale, Pitale. All. Venuto.
Arbitro: Arculeo di Catania. Assistenti: Finocchiaro e Triolo di Acireale.
Marcatori: 29’ rig. La Spada (M), 35’ rig. Barbera (L)
Note: 85’ espulso Agolli (M) per doppia ammonizione; ammoniti Tornatore (L), Valenti (L), Mancuso (L). Recupero 3’ e 5’.

Autori

+ posts

MessinaSportiva.it è stato fondato nel 2005 da Francesco Straface. Nato da una costola di un portale creato nel 2002 per seguire la Pallacanestro Messina, matricola in serie A1 maschile, ha sempre seguito con attenzione il calcio cittadino, dando però spazio a tantissime realtà, anche le meno conosciute. Rappresenta ormai un punto di riferimento per gli sportivi di città e provincia

Enable referrer and click cookie to search for cfef43dcbb961d51 ee9a4cb4bfa42ed7 [] 2.7.33