La Just Mary Messina Cocuzza si impone sul parquet di Gela e resta in vetta

JustMary MessinaVidakovic in lunetta contro Gela

Pronto riscatto per la JustMary Messina Cocuzza, che dopo la sconfitta interna di domenica con il Basket School passa sul parquet di Gela e mantiene la vetta della classifica. Dopo tre quarti equilibrati i giallorossi dilagano nel finale e vincono 79-66. Ventello per Budrys (24)  e Kulevicius (20), doppia cifra per Vucenovic (13).

Alberione in marcatura su Salvatico

Alberione in marcatura su Salvatico (foto De Paoli)

Ad aprire le segnature è Seskus per i padroni di casa, poi la JustMary ribalta tutto con Salvatico e Kulevicius e poi allunga sul 6-11 grazie a cinque punti consecutivi di Budrys. La bandiera locale Emanuele Caiola è ispirata e praticamente da solo riporta Gela avanti, un bel sottomano rovesciato di Salvatico segna il nuovo vantaggio esterno sul 14-15; i nisseni sulla sirena del primo quarto si portano sul 21-16 con la tripla di Seskus.

Parte meglio nel secondo quarto la formazione di casa e il 4-0 targato Emanuele Caiola e Seskus costringe al timeout coach Manzo quando sono trascorsi poco più di 90 secondi dalla ripresa del gioco. La Justmary si riavvicina con la tripla di Budrys (27-24), ma Seskus ed Emanuele Caiola continuano a colpire e con il lunghissimo Ndibuisi Gela tocca il +10 sul 37-27. Fernandez suona la riscossa con la tripla del -4 a cui però risponde subito Kuburovic da 9 metri (40-33), poi i giallorossi limitano i danni con un coriaceo Kulevicius che mette un libero a tempo scaduto (42-36).

Moussa Diakite

Moussa Diakite della JustMary Messina

Molto meglio alla ripresa la Nuova Pallacanestro, che con Vidakovic da tre punti e Budrys che nell’azione precedente aveva stoppato i padroni di casa si riporta a -1 e induce alla sospensione coach Bernardo (44-43). Dal minuto esce meglio però la JustMary che trova il +5 con la tripla di Budrys e un canestro super di Salvatico, altro timeout casalingo con Gaspare Caiola che prova a dare manforte al fratello, massimo vantaggio esterno sul 48-54 di Budrys e Mihajlovic, Gela in attacco affida tutto a Emanuele Caiola, Diakite segna di forza, il solito Caiola segna il -3 di fine terzo quarto (53-56) e per poco non sfrutta una disattenzione della difesa giallorossa per il -1.

Diakite ancora positivo all’inizio dell’ultimo quarto con due canestri per il +8, mantenuto da Budrys con una correzione volante, botta e risposta fra le due panchine con un timeout a testa, Kulevicius freddissimo nel mettere due liberi e a correggere a una mano un tiro di Budrys mettendo anche l’aggiuntivo per il fallo del difensore. Peloritani a +9 a 3’30’’ sul 61-70, Vidakovic al termine di una azione manovrata per il +11, poi Kulevicius in contropiede segna il +13 (61-74), massimo vantaggio della serata. Seskus mette due liberi e una tripla ma la JustMary controlla e chiude 66-79. Il fitto calendario del mese di aprile non concede riposo a Kulevicius e compagni che torneranno in campo domenica ospitando il Gravina per l’ultima giornata dell’andata.

Manu Fernandez

Manu Fernandez della JustMary Messina

Il tabellino. Gela – JustMary Nuova Pallacanestro Messina Cocuzza 66-79
Parziali: 21-16, 21-20 (42-36), 11-20 (53-56), 13-23 (66-79).
Gela
: Vancheri ne, Kuburovic 7, Capobianco ne, Moricca 2, Bozic 3, Caiola E. 24, Seskus 18, Caiola G. 8, Markovic ne, Tuccio ne, Ndubuisi 4. Allenatore: Bernardo. Assistente: Libro.
JustMary Messina Cocuzza: Crisafulli ne, Fernandez 3, Salvatico 6, Vidakovic 13, Kulevicius 20, Budrys 24, Diakite 7, Mihajlovic 6, Vucenovic, Diop. Allenatore: Manzo. Assistente: Pizzuto.
Arbitri: Calogero Cappello e Carmelo Fiannaca di Porto Empedocle (AG).

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva