La capolista senza il suo pubblico. Esame trasferta per Amatori Messina e Agatirno

La posta in palio aumenta ogni settimana che passa. Siamo giunti all’ottavo turno del girone di andata del campionato di serie C Regionale e le squadre iniziano a pianificare le mosse future a quattro turni dal giro di boa del massimo torneo regionale. Chi non conosce ostacoli nella sua splendida marcia è la prima della classe Piero Lepro Group Spadafora del tecnico Luigi Maganza che, non appagata, per aver inanellato sette successi di fila cerca un nuovo acuto in casa nella sfida alla lanciata Sport Club Gravina. Gli etnei, giallo neri a parte, sono la squadra del momento capace di ottenere tre affermazioni di fila, tra cui il blitz sul campo dell’Adrano e portarsi in seconda posizione a dieci punti, a due vittorie di distanza dall’imbattuta capolista. La storia recente insegna che Spadafora non è squadra da prendere sottogamba qualsiasi avversario però sabato sera le insidie non mancheranno. Infatti il team del presidente Piero Lepro non potrà contare sull’apporto del caloroso pubblico perché la palestra di via Lavatoi sarà a porte chiuse. In secondo luogo occhio alla qualità del team etneo di coach Guadalupi che fino a due anni fa militava con ambizioni d’alta classifica in serie C Nazionale prima del declassamento registrato sul campo.

Amatori Messina in trasferta a Giarre

Amatori Messina in trasferta a Giarre

Il recente innesto sul mercato di Marco Consoli, un top player per la categoria, si unisce ai veterani La Mantia, Verzì, Barbera, Spina e Frazzetto che costituiscono l’asse portante di una squadra che alla distanza sta uscendo prepotentemente dopo un inizio di stagione in sordina. Gara da non perdere con Spadafora ormai protesa a concludere positivamente un anno leggendario caratterizzato dalla promozione e da pochissime battute a vuoto.
Ha ripreso fiducia e morale l’Amatori Messina che ha battuto al PalaTracuzzi in una sfida accesissima la Pgs Sales Catania e cerca il primo acuto in trasferta del torneo al PalaJungo di Giarre. I locali, tre vittorie all’attivo,  sono squadra prettamente casalinga che non dispone di veri lunghi di ruolo ma di un gruppo collaudato che si conosce a menadito per aver giocato insieme da diverse stagioni. Elementi da temere il duo Ciaurella-Caminiti, capaci di chiudere il referto spesso in doppia cifra. Per i peloritani di coach Mario Maggio ottime sensazioni dal giovane Mondello, talento da 20 punti di media, ormai con la verve del veterano, oltre ai numeri dei fratelli Restuccia e la difesa garantita da Valitri. Servirà un deciso apporto della panchina per una squadra frenata dai pochi ricambi al quintetto titolare.
Viaggia infine al PalaFragapane di Licata l’Agatirno Capo d’Orlando che sabato scorso ha cercato per un tempo di opporsi allo strapotere di Spadafora. Inutile ribadire la difficoltà di un confronto contro il team agrigentino dell’allenatore messinese Castorina, terzo ad otto punti e proteso all’inseguimento delle seconde in graduatoria. Paladini privi della classe in regia di Strati impegnato in serie A con l’Orlandina, che s’affideranno al bosniaco Karavdic, ottimo il suo impatto sul campionato, a Gambardella, Sindoni, i due Galipò e Munastra. Classifica precaria per i ragazzi di Jorge Silva che proveranno ugualmente a centrare l’acuto per riprendere fiato e risalire la gradutoria.

Il resto del programma:
Marsala-Cus Catania
Adrano-Virtus Trapani
Pgs Sales-Vigor S.C.

La Studentesca Licata ospita l'Agtirno

La Studentesca Licata ospita l’Agtirno

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva