La Betaland in viaggio verso Saratov. Venerdì il debutto in Champions League

BetalandBetaland Capo d'Orlando

Mercoledì è previsto l’ultimo allenamento della Betaland Capo d’Orlando al PalaSikeliArchivi prima della partenza alla volta della Russia. Venerdì alle 18:00 la SikeliArchivi Capo d’Orlando giocherà la sua prima gara in una coppa europea alla Kristall Arena di Saratov, valevole come gara di andata del preliminare di Basketball Champions League.

La società paladina comunicherà a breve tutte le informazioni sui biglietti per la gara di ritorno al PalaSikeliArchivi di lunedì prossimo, 2 ottobre, che si giocherà alle ore 21:00.

Questo è il programma della Betaland per mercoledì 27 settembre:

Mattina (Ore 10:30): Allenamento Basket al PalaSikeliArchivi (Capo d’Orlando)

Pomeriggio (Ore 16:30): Partenza alla volta di Saratov

Saratov

Avtodor Saratov, sfida la Betaland nel Qualification Round Champions League

Sul fronte Saratov, il coach dei russi, l’italiano Andrea Mazzon, ha parlato dell’ultimo successo ottenuto sul Mornar Bar: “Sono molto orgoglioso dei nostri giocatori. Hanno provato a giocare al cento per cento, non è stato facile. Abbiamo iniziato la partita molto bene e l’abbiamo messa nella direzione che era più conveniente per noi. La prima metà di gara è stata approcciata con una percentuale elevata, il che ci ha dato fiducia. Vedo che i giocatori russi stanno migliorando ogni giorno e sono felici di guardare i loro progressi. Abbiamo vinto la vittoria senza Downs e Morris, due giocatori che sono davvero importanti per noi. Il primo ha subito un infortunio al ginocchio nella precedente partita con il Mornar, il secondo una ferita alla caviglia nel corso della partita in Montenegro. Irving ha giocato molto bene oggi con 10 punti in 10 minuti. Tutti gli altri hanno fatto del loro meglio.

Ora tutto quello che dobbiamo fare è trovare energia e cercare di essere freschi per la partita casalinga con la Betaland, certo che torneremo a Saratov stanchi dopo tanti viaggi. Tuttavia, spero che i ragazzi faranno i loro ultimi sforzi per completare la missione europea. Devono andare oltre i limiti delle opportunità e continuare a giocare allo stesso modo di oggi. Voglio ringraziare i ragazzi perchè stanno facendo progressi, e mi sostengono. So di essere un duro ma sono felice del lavoro che ho fatto. Dopo tutto, sono lieto di vedere i giocatori felici dopo la partita, e di partecipare alla gara finale di qualificazione della Champions League. Qui il primo punto è la fortuna, il mantenimento della concentrazione e la riduzione del numero di errori “.

Commenta su Facebook

commenti