Jonica, Perez: “Momento positivo ma non esaltamioci. È un torneo insidioso”

Samuel Perez in azione con la Jonica (foto Giuseppe Zanghì)

Quattro successi nelle ultime cinque partite, di cui tre consecutivi. La Jonica di mister Famulari è probabilmente una delle formazioni più in forma del torneo. Lo dice anche la classifica, considerato che i giallorossi si trovano adesso a quota 24 punti, appena sotto la zona playoff e con ben nove lunghezze di vantaggio sui playout. Una situazione impensabile appena due mesi fa, quando la società decise di interrompere la collaborazione con Giuseppe Furnari, più per la mancanza di gol che delle prestazioni, optando per la promozione proprio di Famulari.

Jonica

Samuel Perez gestisce un possesso (foto Giuseppe Zanghì)

I successi interni  per 1-0 con Imesi Atletico Catania e Messana intervallati dal ko di Modica hanno fatto capire che la Jonica potesse uscire fuori dalla zona rossa a breve termine. Il 2024 si è aperto con un’altra vittoria di “corto muso”, in casa con il Mazzarrone, fino al blitz di domenica scorsa a Lentini contro la Leonzio. Un colpaccio arrivato a tempo scaduto, grazie alla zampata del difensore Samuel Perez.

“È stata una vittoria importante, al termine di una partita certamente non entusiasmante. Il campo era pesante per via della pioggia, non era facile giocare. Abbiamo sempre proposto il nostro calcio e cercato comunque il successo, nonostante avessimo davanti un buon avversario. Ancora prima ero riuscito ad andare in gol ma mi è stato annullato per fuorigioco. Quando il pareggio sembrava scritto è arrivato il mio gol che ci è valso un successo fondamentale per il proseguo della stagione”.

Jonica

Samuel Perez in marcatura (foto Giuseppe Zanghì)

Domenica al “Bucalo” arriverà il Santa Croce, squadra con tanti problemi, che galleggia appena sopra l’ultimo posto. Un altro successo renderebbe ancora migliore la classifica del giallorossi, ma per Perez non si deve perdere l’umiltà che finora ha contraddistinto la risalita della Jonica: “I problemi degli altri non ci devono riguardare. Affronteremo un’altra squadra da battere, che va però rispettata. Stiamo attraversando un buon momento, questo è innegabile, però non dobbiamo pensare di aver già ottenuto qualcosa. Non dobbiamo assolutamente dimenticarci cosa eravamo neanche due mesi fa, la posizione in classifica e le nostre difficoltà. Il campionato è ancora lungo e non dobbiamo rilassarci”.

Rispetto alla prima fase del torneo, la Jonica va in gol con maggiore frequenza. Perez dà questa spiegazione: “Sicuramente il cambio di allenatore ci ha dato quel carico di responsabilità di cui forse avevamo bisogno, le prestazioni ci sono sempre state, però raccoglievamo molto meno di quello che meritavamo perché non riuscivamo a concretizzare la mole di gioco creata. Quando non segni è dura, adesso è un periodo favorevole, siamo sulla strada giusta ma dobbiamo continuare così. Fare voli pindarici non serve a nulla, dobbiamo restare umili e soprattutto continuare a guardare dietro perché ci sono tante formazioni competitive”. 

Autori

+ posts
Enable referrer and click cookie to search for cfef43dcbb961d51 ee9a4cb4bfa42ed7 [] 2.7.33