Isgrò, che doppietta! Il Milazzo batte il RoccAcquedolcese e rivede i playoff

Ss MilazzoIsgrò fa festa con i tifosi (foto Nino La Rosa)

Tre punti che pesano come un macigno per il Milazzo, che dopo quattro pareggi consecutivi torna alla vittoria superando per 2-1 al “Marco Salmeri” il RoccAcquedolcese, mettendo una seria ipoteca sull’accesso ai play-off. Mattatore di giornata Antonio Isgrò, che ha deciso la contesa con un gol da cineteca. Il Milazzo raggiunge quota 49 punti e si riprende il quarto posto in solitaria staccando la Jonica, sconfitta in casa dal Modica, grazie al 17esimo risultato utile consecutivo. Per la matematica manca un solo punto, che i mamertini dovranno provare a conquistare a Scordia contro l’Atletico Catania, reduce da un grande girone di ritorno. Resta invece impelagata in piena zona play-out la RaccAcquedolcese.

Ss Milazzo

La formazione titolare del Milazzo (foto Nino La Rosa)

La cronaca. Ritmi blandi e molto equilibrio nel primo quarto d’ora di gioco. Il Milazzo non riesce a trovare alcun varco, l’Acquedolcese attende e prova a ripartire ma non si registra nessun episodio degno di nota. A spezzare l’equilibrio sono i rossoblu al 17’ quando Cambria quasi dalla linea di fondo pennella un perfetto pallone che Isgrò deve solo spingere in rete da pochi passi. Ma il vantaggio dei mamertini dura pochi minuti. Al 23’ il frizzante Margaritini fa partire uno spiovente con traiettoria velenosa, tocco impercettibile di nuca da parte di Carrello, con la sfera che si infila all’angolo basso alle spalle di un Catelli sorpreso ma incolpevole. 13esima marcatura stagionale per l’ex Igea. I ragazzi di Venuto provano a reagire ma la manovra appare farraginosa e povera di idee concrete. Al 32’ Marco Scolaro svetta sugli sviluppi di un corner, Alessio Scolaro salva tutto nei pressi della linea di porta. Al 40’ gli ospiti sfiorano il vantaggio con una gran conclusione al volo di Carrello dal vertice dell’area piccola su cross di Mazzeo, la sfera sibila l’incrocio dei pali. Al 44’ punizione di Gatto, Tosolini di testa manda sul fondo anticipando La Spada meglio posizionato.

Ss Milazzo

I tifosi del Milazzo in Gradinata (foto Nino La Rosa)

Ad inizio ripresa il Milazzo sembra avere un approccio più autorevole. Al 53’ corner di Gatto, Caserta non ci arriva ma La Spada spedisce alto di testa da pochi metri. Un minuto dopo l’Acquedolcese fa tremare il “Marco Salmeri”. Margaritini riceve palla, si incunea in area e colpisce la sfera con un destro molto preciso cogliendo il palo con Catelli ormai battuto. I rossoblu sono in difficoltà, non riescono a pungere ma stringono i denti. Al 63’ improvvisa conclusione di Ferrè che si perde di poco alta. Al 66’ ci prova Ten Lopez, il suo tentativo è smorzato e non crea problemi a Caserta. Pur senza creare situazioni pericolose, il Milazzo inizia generosamente a guadagnare campo e tiri dalla bandierina. Al 74’, arriva il gol che decide la gara… E che gol. Sulla parabola dalla bandierina da parte di Gatto, Caserta allontana con i pugni: la sfera sta per uscire dall’area di rigore ma Antonio Isgrò, spalle alla porta e senza pensarci due volte, si coordina magistralmente e colpisce al volo di sinistro centrando il bersaglio. Un gol fantastico, il “Marco Salmeri” esplode in un boato liberatorio. I rossoblu amministrano con oculatezza il prezioso vantaggio rischiando solo al 79’ quando Gatto si immola su un violento destro di Carroccio dal limite deviando in corner. Lo stesso Gatto all’88’ prova la soluzione dalla distanza ma il suo tentativo si perde alto.

Ss Milazzo

Isgrò ha appena firmato la doppietta (foto Nino La Rosa)

MILAZZO – ROCCACQUEDOLCESE 2-1
Marcatori: 17’ e 74’ Isgrò ( M), 23’ Carrello (R).
MILAZZO (4-3-3): Catelli; Gitto (89’ Errante), Tosolini, Trimboli, Dama (60’ Agolli) ; Presti (67’ Gazzè), Gatto, Scolaro M.; Isgrò (82’ Pitale), La Spada, Cambria (51’ Ten Lopez). A disposizione: Quartarone, Spaticchia, Bucolo, Leo. All. Venuto.
POLISPORTIVA ACQUEDOLCESE: Caserta, Sulmasiter (89’ Longo), Saccà, Caracò, Mazzeo (86’ De Nadal), Lupica, Scolaro A. (81’ Strumia), Carroccio, Margaritini, Carrello, Ferrè. A disposizione: Indriolo, Mendes, Cardali. All. Palmeri.
Arbitro: Alessi di Palermo. Assistenti: Valenti e Piranio di Palermo.
Note – Ammoniti: Tosolini (M), Trimboli (M), Isgrò (M), Ten Lopez (M), Gitto (M), Margaritini (P). Recupero: 1’ e 5’.

Autori

+ posts

MessinaSportiva.it è stato fondato nel 2005 da Francesco Straface. Nato da una costola di un portale creato nel 2002 per seguire la Pallacanestro Messina, matricola in serie A1 maschile, ha sempre seguito con attenzione il calcio cittadino, dando però spazio a tantissime realtà, anche le meno conosciute. Rappresenta ormai un punto di riferimento per gli sportivi di città e provincia