Il Pistunina muove la classifica. I rossoneri non vanno oltre lo 0 a 0 contro lo Sporting Adrano

PistuninaIl Pistunina sta con Keita

Dopo il pesante K.O. subito in trasferta contro il Giarre, che ha interrotto bruscamente la serie positiva di quattro risultati utili consecutivi, il Pistunina al Garden Sport non è andato oltre lo 0 a 0 contro lo Sporting Adrano.

Bisogna evidenziare che l’attuale graduatoria non dà i giusti meriti allo Sporting Adrano di mister Cattafo, infatti i biancazzurri hanno avuto il merito di pareggiare nelle ultime due settimane contro il Città di Scordia e la capolista Biancavilla.

Mister Raciti vuole i tre punti e lo conferma il fatto che il Pistunina si schiera con un offensivo 4-2-4 con Lo Giudice e Minissale posizionati sulle corsie esterne. Nonostante il modulo offensivo la prima grande occasione è degli ospiti che all’11’ minuto con Petrullo colpiscono un clamoroso palo interno. I rossoneri soffrono l’inferiorità numerica a centrocampo, dato che gli etnei si sono schierati con un 4-3-3, che in fase difensiva diventa un 4-5-1. E cosi i leoni rossoneri non riescono a creare pericoli nella prima ripresa di gioco, mentre lo Sporting Adrano ha un’altra occasione al 40′ minuto con una prepotente percussione sulla destra di Mascali che scambia con Giuffrida e calcia sul fondo in diagonale.

Pistunina

Mischia in area

Nella ripresa il Pistunina cambia qualcosa a livello tattico invertendo gli esterni difensivi (Caldore a destra e Napoli a sinistra) e ha allargato Ghartey, con Lo Giudice che agisce vicino ad Ancione. Al 10′ minuto ecco la prima chance per i padroni di casa con Lo Giudice che riceve una punizione battuta a sorpresa, ma spreca calciando alto dal limite. Al 16′ minuto Minissale cerca il jolly provando a sorprendere l’attento Tarascio direttamente da calcio d’angolo. La grande occasione, però per i leoni rossoneri, è al 27′ minuto quando i ragazzi di mister Raciti si guadagnano un calcio di rigore con Ancione, servito da Lo Giudice, che in area viene messo giù da Spitaleri. L’arbitro assegna la massima punizione e ammonisce il 4 ospite, ma Minissale calcia sul palo pur spiazzando il portiere. Colossale occasione per il Pistunina al 44′: Tarascio sbaglia il rinvio e la palla arriva ad Ancione tutto solo al limite dell’area piccola, ma l’ex Milazzo non calcia, controlla male e favorisce il recupero del portiere. Finisce dopo tre minuti di recupero. Un tempo per uno e pari giusto, ma il Pistunina recrimina per il rigore fallito da Minissale e per un primo tempo gettato alle ortiche contro un avversario che non è sembrato irresistibile.

Pistunina: Vitale, Napoli S., Caldore, Ardiri, Chiglien, Puzone, Minissale, Sylla, Anfione, D. Lo Giudice, Ghartey (26’st Saglimbene). A disposizione: Fazio, Fonti, Colucci, Raciti, Gae. D’Arrigo, L. Lo Giudice. Allenatore Ezio Raciti (Squalificato)
Sporting Adrano: Tarascio, Mascali, Tuccio, Spitaleri, Giù. D’Arrigo, Amore, Di Marco (7’st Rubino), Gallo, Petrullo, Giuffrida (35’st A. Napoli), Santangelo. A disposizione: Garofalo, Catania, Di Perna, Finocchiaro, Garrasi
Arbitro: Fabio Franzò di Siracusa Assistenti: Giuseppe Sirna e Rinaldo Maria Wissam Saab di Acireale
Ammoniti: Gallo, Petrullo (A), Sylla, Saglimbene, Caldore (P)

Commenta su Facebook

commenti