Il Messina rimonta, poi incassa la beffa al 95′. Incredibile 4-4 con la Palmese

MessinaIl Messina festeggia sotto la Curva Sud (foto Nino La Macchia)

Sfida pirotecnica al “Franco Scoglio”, con i giallorossi sotto sullo 0-2, ma capaci di ribaltare tutto portandosi sul 4-2. La squadra di Facciolo vede vanificata in extremis l’ottava vittoria casalinga consecutiva. In gol Migliorini, Mascari, Cocuzza su rigore e Rosafio.

Molinaro e Gagliardi

Molinaro e Gagliardi hanno firmato le prime due reti della Palmese (foto Nino La Macchia)

Il pre-partita – Dopo una settimana tribolata il Messina ospita la Palmese al “Franco Scoglio” nella penultima uscita stagionale davanti al proprio pubblico. Giallorossi ormai distanti dalla zona playoff, calabresi chiamati a migliorare la posizione nella griglia playout. Tra i pali torna Meo, in difesa agiscono Bruno, Bucca, Manetta e Inzoudine. In avanti c’è Mascari, con Rosafio e Ragosta. Sempre costretto alla tribuna il tecnico Modica, sostituito in panchina dal vice Facciolo.

La cronaca – Al 2′ ci provano i neroverdi con la conclusione al volo di Langwa, di poco sopra la traversa. Al 10′ giallo per Manetta, primo ammonito del match. Messina pericoloso, poi, con Rosafio che ben servito in area da Bossa sbaglia però l’impatto con il pallone al momento del tiro. Ghiotta anche la chance al 14′ sul traversone di Ragosta sul quale però non arriva alcun compagno per la deviazione sottomisura. Al 23′ Meo è bravo in uscita bassa ad intervenire sul dialogo tra Gagliardi e Molinaro. Il Messina non sfrutta il lieve predominio territoriale e rischia spesso sulle ripartenze della Palmese.

Capone

Migliorini batte Capone: finalmente per il Messina segna un centrocampista (foto Nino La Macchia)

I neroverdi colpiscono al 29′, con Molinaro particolarmente astuto sull’ingenuità commessa da Inzoudine che si lascia superare alle spalle dal centravanti ospite, il cui rasoterra non lascia scampo a Meo. Avanti i calabresi. Troppo timida la reazione dei giallorossi che non riescono a riordinare le idee. La Palmese, anzi, non si accontenta e al 40′ trova anche il raddoppio sull’asse Molinaro-Gagliardi, con il numero dieci neroverde che si coordina nel migliore dei modi e gira in rete, spedendo la sfera sotto la traversa. Prima dell’intervallo i padroni di casa dimezzano almeno lo svantaggio grazie al preciso rasoterra dal limite di Migliorini, al suo primo centro stagionale. Pallone all’angolino, Capone si tuffa ma non riesce ad arrivarci. Messina e Palmese negli spogliatoi sul risultato di 1-2.

Migliorini

Il Messina celebra la rete di Migliorini (foto Nino La Macchia)

Nella ripresa subito una novità nel Messina: dentro Cozzolino per Bucca e difesa rivoluzionata, con Bruno che si sposta in mezzo. Al 13′ Cozzolino pennella per la testa da Mascari che stacca da centro area e insacca alla destra del portiere per il 2-2. Agguantato il pari il Messina vuole subito mettere la freccia. Al 18′ il neo entrato Cocuzza (dentro al posto di Ragosta) suggerisce per Mascari che viene steso in area: è calcio di rigore. Dal dischetto proprio Cocuzza si incarica dell’esecuzione, spiazzando Capone e siglando il 3-2. Pellicori, dopo il ribaltone, opta per un doppio cambio gettando nella mischia Quiroga e Pellegrino. La Palmese sfiora il pari sul colpo di testa di Castro, sugli sviluppi di una punizione. Soluzione aerea anche per Mascari, sul fronte opposto, palla deviata in corner. Al 31′ Meo si oppone su Gagliardi che aveva cercato di scavalcarlo a tu per tu. Al 39′ ancora decisivo l’estremo difensore giallorosso che si distende e devia oltre il fondo sull’insidioso tentativo dai venti metri di Vitale. La Palmese ora si riversa in avanti e il Messina colpisce di rimessa con il solito Rosafio che scatta palla al piede in velocità sul filo del fuorigioco e scarta Capone in dribbling, depositando in fondo al sacco: è il 4-2. Nella girandola dei cambi spazio anche per Barbera e Carini. Finita? Neanche per idea, perché la Palmese trova il 4-3 grazie al rasoterra di Vitale. Sono cinque i minuti di recupero nei quali incredibilmente gli ospiti riescono a siglare il 4-4 ancora con Vitale, proprio all’ultimo respiro. Epilogo di una sfida pirotecnica. Il Messina vede così interrompersi a sette la striscia di vittorie interne consecutive.

Palmese

La Palmese celebra una delle sue quattro reti (foto Nino La Macchia)

Il tabellino – Messina-Palmese 4-4
Marcatori: 29′ pt Molinaro (P), 40′ pt Gagliardi (P), 46′ pt Migliorini (M), 13′ st Mascari (M), 19′ st Cocuzza su rigore (M), 41′ st Rosafio (M), 45′ st Vitale (P), 50′ st Vitale (P).
Messina: Meo, Bruno, Inzoudine, Migliorini, Manetta, Bucca (1′ st Cozzolino), Rosafio (42′ st Carini), Bossa (40′ st Iudicelli), Mascari, Lavrendi (45′ st Barbera), Ragosta (14′ st Cocuzza). A disp. Rinaldi,  Cassaro, Misale, Prisco. All. Michele Facciolo (squalificato Giacomo Modica)
Palmese: Capone, Colombatti, Gambi, Mazzone (30′ st Monticelli), Castro, Cucinotti, Langwa (25′ st Pellegrino), Vitale, Molinaro, Gagliardi, Trentinella (25′ st Quiroga). A disp. Saitta, Galullo, Lavilla, Armenise, Galliano, Conigliaro. All. Alessandro Pellicori
Arbitro: Alessandro Munerati di Rovigo. Assistenti: Fabrizio Almanza di Latina e Federico Fratello di Latina
Ammoniti: 10′ pt Manetta (M), 10′ st Bruno (M), 26′ st Quiroga (P), 35′ st Cucinotti (P)

Commenta su Facebook

commenti