Il Messina aprirà il 2023 allo stadio “Celeste” con la ripresa degli allenamenti

Balde e MarinoBalde e Marino in fase di contenimento (foto Andrea Rosito)

Cambia la location per la ripresa degli allenamenti del Messina. Appuntamento fissato per la mattina di lunedì 2 gennaio allo stadio “Giovanni Celeste” e non più sul sintetico di Santa Lucia del Mela. L’inizio del nuovo anno sarà caratterizzato dagli annunci, dal momento che la società di Pietro Sciotto dovrà ufficializzare l’approdo del direttore sportivo Pasquale Logiudice al posto del dimissionario Marcello Pitino.

Gabriele Berto

Gabriele Berto in azione a Crotone (foto Andrea Rosito)

Un annuncio slittato proprio perché il club deve ancora formalizzare gli ultimi dettagli della separazione dal dirigente siciliano, a lungo trapiantato in Puglia, e dell’intesa con il dirigente reggino, reduce proprio da un’annata ad Andria.

C’è curiosità anche per la scelta definitiva relativa alla panchina, dopo la separazione da Gaetano Auteri, con il possibile ritorno di Ezio Raciti, che ha traghettato l’Acr alla salvezza nel passato torneo e porterebbe con sé in riva allo Stretto anche il preparatore atletico Delfio Restuccia. Resta comunque viva l’ipotesi di una promozione di Gaetano Di Maria, tecnico di grande esperienza che quest’anno era stato scelto per guidare la formazione “Primavera” del club.

Pasquale Logiudice

Pasquale Logiudice ha lavorato per la Juve Stabia

L’allenatore in seconda Daniele Cinelli è sprovvisto del patentino e quindi non potrà assumere in prima persona la responsabilità della guida tecnica ma resterà il vice. Non sembra in discussione neppure la permanenza dell’allenatore dei portieri Marco Onorati.

Il nuovo direttore in pectore intanto lavora per assicurarsi l’arrivo di nuovi acquisti, anche perché le feste sono praticamente concluse e sabato 7 gennaio al “Franco Scoglio” è attesa la fondamentale sfida casalinga con la Virtus Francavilla, che in trasferta ha fatto poco meglio del Messina, raccogliendo appena due punti in dieci gare, il 4 settembre con la Turris e il 30 ottobre con il Potenza.

Zuppel

Zuppel avverte un dolore alla coscia (foto Andrea Rosito)

Per l’Acr un’opportunità da sfruttare per riaprire il campionato e iniziare il 2023 con ben altro spirito dopo due mesi caratterizzati da una lenta agonia, che ha portato appena un punto in dote in otto uscite. Il presidente pugliese Antonio Magrì peraltro ha annunciato un ridimensionamento del budget, che potrebbe originare partenze eccellenti (come Giorno, Mastropietro e Perez).

Una formazione partita con l’obiettivo dei playoff adesso vuole semplicemente mantenere la categoria. Il Messina potrebbe risucchiarla nella lotta. Ma servirà un consistente rinnovamento dal mercato, peraltro già ampiamente annunciato dal presidente Pietro Sciotto e dal direttore generale Lello Manfredi e adesso affidato, seppure ancora ufficiosamente, a Pasquale Logiudice, chiamato a ripetere il miracolo salvezza già firmato con la Fidelis Andria.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.