Il maltempo ferma Patti-Vis e Milazzo-FP Sport. La Costa d’Orlando ko a Ragusa, agganciata dal Green Palermo

Dopo le vittorie ottenute negli anticipi del sabato da Acireale e Crotone, rispettivamente contro il Cocuzza ed il Cosenza, domenica si sono giocate le altre gare valevoli per la tredicesima giornata del campionato di serie C Nazionale. Non tutte in verità, perché sia il PalaSerranò che il PalaCocuzza non erano in condizione di ospitare le gare in programma: il big match fra lo Sport è Cultura Patti e la Vis Reggio Calabria ed il derby messinese fra Milazzo e F.P. Sport Messina, per impraticabilità dei parquet.

Vazzana in lunetta

Vazzana in lunetta

La Costa d’Orlando esce sconfitta a sorpresa dal PalaPadua di Ragusa al termine di una gara combattuta, decisa all’over time. La Nova Virtus si è dimostrata un’avversaria tosta, partita bene ha chiuso il primo parziale sul 18-14, protagonisti Alessandro Sorrentino e Canzonieri da una parte e Vazzana dall’altra. Il secondo periodo è avvincente, la Costa va sotto di 7 (tripla di Iabichella), ma Rodriguez e Dominguez guidano i compagni alla riscossa e gli ospiti passano a condurre al riposo lungo sul +1 (29-30). Nel terzo parziale Boiardi riporta avanti gli iblei che toccano un vantaggio di 11 punti (57-46), Vazzana dalla lunetta e Dominguez chiudono il quarto sul -7. Nell’ultimo parziale gli orlandini continuano a rosicchiare punti, poi di nuovo a -7, infine impattano sul 64-64. Nel finale il sorpasso con Marinello, il canestro di capitan Sorrentino per il -1 (68-69) e la grande occasione purtroppo non sfruttata. Galeotto il libero sbagliato dallo specialista Vazzana, (8/10 in questo match) che avrebbe potuto regalare l’ultima vittoria del 2014, invece al 40’ il punteggio si bloccava sul 69 pari. Nel supplementare l’equilibrio dei primi tre minuti viene spezzato da Bioardi, la sua tripla regala il +4, poi tocca a Sorrentino mettere in cassaforte la vittoria capitalizzando i liberi a disposizione. Finisce 85-78, un vero peccato per i bianco rossi, ma la Nova Virtus ci ha sempre creduto e alla fine ha portato a casa la terza vittoria consecutiva. In quattro per Ragusa in doppia cifra: Sorrentino (26), Boiardi (20), Iabichella (doppia doppia per lui 17 punti e 10 rimbalzi) e Canzonieri (11). Per la Costa sarà Vazzana il top scorer con 23 punti, Dominguez 22, Marinello 11, mentre Rodriguez ne mette 9 ma anche 14 rimbalzi.

Peppone Lombardo in azione

Peppone Lombardo in azione

Si chiude con una bella vittoria il 2014 del Green Basket Palermo. Un successo netto (87-54) ottenuto contro l’Aretusa Siracusa, che permette alla squadra del presidente Mantia di agganciare a quota 16 la Costa d’Orlando. Scesa in campo senza Casiraghi, Carbone e Garozzo, la squadra di Bordieri, dopo un inizio niente male (4-7), tiene botta per appena 10 minuti (29-21) poi deve alzare bandiera bianca di fronte ai padroni di casa in gran serata. Già al riposo lungo (46-26) i giochi sono praticamente fatti. Nel terzo parziale Grasso suona la carica per i suoi, ma il Green non sta a guardare e con Peppone Lombardo si riporta sul +20. Il quarto è equilibrato ma l’andamento del match non cambia e al 30’ il vantaggio del team di coach Bonanno è di 21 punti (67-46). Nel quarto finale la squadra di casa potrebbe gestire il risultato, invece continua a giocare con la stessa intensità, aumentando il distacco dagli avversari fino a toccare il +33 finale. Lombardo con 32 punti realizzati fa la parte del leone (per lui anche 7 rimbalzi, 6 assist e 2 stoppate); per il Green in doppia cifra anche Bontempo e Calò con 10 punti. Maurizio Grasso è stato il miglior realizzatore per l’Aretusa (14 punti), doppia doppia consolatoria per capitan Agosta (10 punti e 11 rimbalzi), 11 i punti messi a segno da Alescio.

Commenta su Facebook

commenti