Il Città di Taormina attacca per un’ora, poi crolla nella finale di Siracusa

Città di TaorminaUna formazione titolare del Città di Taormina

Si chiude a Siracusa la stagione del Città di Taormina, battuto 4-0 nella finale playoff del Girone B. Passivo fin troppo pesante per gli ionici che, fino al vantaggio siglato da Belluso al 64′, avevano espresso un eccellente calcio, creando più volte i presupposti per passare in vantaggio.

Città di Taormina

Porcaro contrasta Famà in area

La cronaca: L’approccio alla gara del Città di Taormina è strepitoso e sono ben quattro le palle gol costruite nel primo quarto d’ora. La prima, dopo appena 20″, è firmata da Lucarelli, chiuso in corner dall’intervento in spaccata di Porcaro. All’8′ Godino innesca Biondo che sprinta a destra, palla dentro per Famà che colpisce in spaccata, ma mette fuori. Due minuti dopo Lumia non trattiene la botta da fuori di Le Mura, si avventa sul pallone Biondo, contrastato però vittoriosamente da Maimone. Ancora Biondo, al 13′, fa filtrare per Lucarelli, tocco morbido da posizione defilata respinto da Lumia. Dopo il 20′ il Siracusa alza il baricentro e colleziona tre corner consecutivi, ma la difesa ospite fa sempre buona guardia. Prima vera palla-gol aretusea al 29′: numero di Ficarrotta a destra, accelerazione e palla arretrata per Palmisano, il cui tiro di prima intenzione si spegne di poco a lato. Sul finire del tempo, poi, Pettinato gira fuori su azione d’angolo, mentre Le Mura calcia alto da fuori.

Città di Taormina

L’occasione di Lucarelli in avvio di ripresa

Come nella prima frazione, il Città di Taormina parte forte anche nella ripresa. Al 50′, su rilancio di Cirnigliaro, Famà spizza per Lucarelli che si presenta a tu per tu con Lumia, ma il portiere di casa compie uno strepitoso intervento. Lumia è grande protagonista anche al 55′ sul diagonale di Biondo. Città di Taormina ancora ad un passo dal vantaggio e che protesta per un contatto in area tra Lucarelli e Pettinato su cui l’arbitro lascia correre. Sono gli attimi in cui si decide la partita: Cacciola manda in campo Belluso per Iraci, mentre Coppa deve rinunciare all’infortunato Lucarelli, sostituito da Gallardo. E al 64′ il Siracusa sblocca il risultato. Punizione di Ficarrotta sul secondo palo, sponda di Maimone e correzione vincente sottomisura proprio di Belluso. Il Città di Taormina subisce il contraccolpo psicologico e al 72′ i padroni di casa raddoppiano: il signor Montevergine ignora un fallo di Maimone su Pantano, recupera palla Palermo che si accentra e dal limite fredda Cirnigliaro. È l’episodio che di fatto chiude la partita e taglia le gambe al Città di Taormina. Al 79′ il Siracusa cala anche il tris con Ficarrotta, abile nel depositare in rete un cross da destra che taglia fuori la difesa. Proprio al 90′, poi, Orecchio commette fallo in area su Manservigi. Rigore che Savasta non sbaglia. Ultima beffarda opportunità, quasi a confermare la giornata poco fortunata del Città di Taormina, firmata da Assenzio, che colpisce il palo interno.

Città di Taormina

Il centrocampista del Città di Taormina Salvatore Le Mura

Siracusa-Città di Taormina 4-0
Marcatori: 19′ st Belluso, 27′ st Palermo, 34′ st Ficarrotta, 45′ st Savasta (rig).
Siracusa: Lumia, Ababei, Maimone (32′ st Manservigi), Privitera (41′ st Giordano), Porcaro, Pettinato, Iraci (11′ st Belluso), Palmisano, Arquin (43′ st Savasta), Ficarrotta (38′ st Montagno), Palermo. Allenatore: Gaspare Cacciola. A disposizione: Genovese, Cianci, Greco, Fratantonio.
Città di Taormina: Cirnigliaro, Fragapane (24′ st Pantano), Godino (31′ st Cannavò), Le Mura, Echeverria, Trovato, Di Mauro (41′ st Orecchio), Ferraù (22′ st Assenzio), Famà, Lucarelli (16′ st Gallardo), Biondo. Allenatore: Marco Coppa. A disposizione: Castrianni, Giorgetti, Caltabiano, Lo Re.
Arbitro: Salvatore Montevergine di Ragusa.
Assistenti: Franzjoseph Grasso di Acireale e Vito Bensorte di Trapani.
Note – Ammoniti: Le Mura (T), Pettinato (S), Godino (T). Corner: 7-4 – Recupero: 1′ e 6′.

Autori

+ posts

MessinaSportiva.it è stato fondato nel 2005 da Francesco Straface. Nato da una costola di un portale creato nel 2002 per seguire la Pallacanestro Messina, matricola in serie A1 maschile, ha sempre seguito con attenzione il calcio cittadino, dando però spazio a tantissime realtà, anche le meno conosciute. Rappresenta ormai un punto di riferimento per gli sportivi di città e provincia