Il Catanzaro batte con un gol per tempo un Messina decimato. Perla di Vandeputte

SimonettiSimonetti cerca di gestire un possesso (foto Paolo Furrer)

Match rinviato di 150 minuti per una positività al Covid nel gruppo squadra. I peloritani, partiti già in 19, perdono nel riscaldamento anche Adorante ma reggono per almeno mezzora. Poi la sfortunata deviazione di Carillo spiana la strada ai locali. Nella ripresa chiude i conti con una gran marcatura il belga arrivato in prestito dal Vicenza. 

Il pre-partita di Catanzaro-Messina è decisamente vivace. Una positività al Covid riscontrata nel giro di tamponi effettuata in mattinata in albergo dai peloritani impone ulteriori controlli, che fortunatamente scongiurano un possibile cluster. Gli ospiti si presentano in campo in 17, con una lunga lista di assenti: lo squalificato Sarzi Puttini e gli indisponibili Fazzi, Vukusic, Baldé, Adorante, Damian e Matese. Capuano promuove tra i titolari Mikulic in difesa e Konate a centrocampo. 168 i sostenitori messinesi nel settore ospiti, oltre 3mila le presenze complessive. Padroni di casa privi di Martinelli, Rolando e Porcino.

Russo

Russo in azione a Catanzaro (foto Paolo Furrer)

La cronaca. Al 5′ il Catanzaro reclama per un possibile tocco di mani in area di Simonetti ma il direttore di gara lascia correre. Al 13′ ci prova Bombagi ma la sua conclusione dal limite è debole e Lewandowski blocca a terra senza particolari problemi. Il match non decolla e non si registrano fin qui particolari emozioni. Al 21′ Catania è generoso e si spende per recuperare un pallone ma poi ha bisogno delle cure dei sanitari per una botta. Due minuti dopo è decisiva l’uscita di Lewandowski su Cianci, fermato in due tempi e senza fallo. Al 27′ il match si sblocca: Carlini chiude una bella triangolazione con Vandeputte mettendo un pallone in mezzo, sul quale la deviazione decisiva nella propria porta è di Carillo, che beffa anche il suo portiere. Messina sfortunatissimo dopo mezzora senza patemi. Al 29′ entrataccia da arancione di Cianci, che se la cava con un giallo, poi è alto sulla traversa il tentativo di Tentardini. Capuano opera un primo cambio dopo appena 33′: Busatto rimpiazza Konate. Subito dopo insistita azione di Catania sulla destra, sul traversone Russo è in agguato ma per l’arbitro l’ultimo tocco è il suo; niente corner. Poi si accende Bombagi, fermato fallosamente da Celic e Simonetti, entrambi ammoniti.

Messina

I sostenitori del Messina presenti a Catanzaro (foto Paolo Furrer)

Dopo l’intervallo un altro avvicendamento: Distefano rimpiazza Morelli e dovrebbe garantire ulteriore spinta agli ospiti. In avvio Bombagi raccoglie un pallone vagante dopo una deviazione della retroguardia messinese ma il suo tentativo viene deviato in corner. Al 9′ strepitosa la marcatura di Vanduputte, che si libera al meglio in area e poi spedisce una sassata sotto la traversa: un 2-0 che sa di ipoteca considerate le difficoltà del Messina, acuite ovviamente dalle troppe assenze. Dopo un buono spunto di Russo, sul fronte opposto decisiva l’uscita in anticipo di Lewandowski su Cianci. Al 23′ ci prova Carlini, la cui conclusione viene toccata da Celic e bloccata dall’estremo difensore ospite. Doppio cambio anche tra i locali, che inseriscono Curiale e Vazquez, mentre Vandeputte ci riprova ma questa volta è impreciso. Al 31′ stessa sorte per il tentativo dalla distanza di Vazquez. Subito dopo l’ennesimo rimpallo sfortunato si trasforma in assist per Scognamillo, che però conclude alto sulla traversa. Al 40′ Busatto centra la traversa ma il direttore di gara aveva fermato il gioco per un presunto offside. Non accade nulla nei cinque minuti di recupero. Il Messina incassa uno stop preventivabile, a maggior ragione dopo le tante assenze. Fortunatamente in coda avanza soltanto il Potenza.

Acr Messina

L’undici titolare del Messina a Catanzaro (foto Ciccio Saya)

Il tabellino. Catanzaro-Messina 2-0
Marcatori: al 27′ pt autogol di Carillo (M), al 9′ st Vanduputte (C).
Catanzaro: Branduani, Tentardini, De Santis, Welbeck, Verna, Bombagi (43′ st Risolo), Fazio, Scognamillo, Vandeputte, Carlini (K, 25′ st Vazquez), Cianci (25′ st Curiale). In panchina: Nocchi, Romagnoli, Bayeye, Monterisi, Cinelli, Ortisi, Bearzotti, Gatti. Allenatore: Calabro.
Messina: Lewandowski, Celic (45′ st Fantoni), Carillo (K), Mikulic, Morelli (1′ st Distefano), Fofana (36′ st Marginean), Catania, Simonetti, Gonçalves (36′ st Rondinella), Russo, Konate (33′ pt Busatto). In panchina: Fusco. Allenatore: Capuano.
Note – Ammoniti: al 29′ pt Cianci (C), al 37′ pt Celic (M), al 43′ pt Simonetti (M), al 35′ st Russo (M), al 37′ st Scognamillo (C), al 42′ st Mikulic (M). Spettatori paganti: 3.133, di cui 168 ospiti.

Autori

+ posts
The following two tabs change content below.