Igea Virtus, inizia l’era Longo: nel week-end la fumata bianca

Vincenzo Longo e Gianni Moneti

Ancora non si è arrivati al più classico scambio delle fedi, ma il matrimonio tra Vincenzo Longo e l’Igea Virtus si farà. L’incontro decisivo si è svolto nella giornata di mercoledì, quando l’imprenditore marchigiano è giunto in Sicilia per incontrare i componenti del gruppo dirigente, legati alla famiglia Grasso, che qualche settimana fa ha deciso di passare la mano, consegnando la società al sindaco, Roberto Materia. Immediatamente si è fatto sotto Longo, stuzzicato dall’idea di creare in prima persona un progetto sportivo e non solo, una volta venuto a conoscenza della messa in vendita della società barcellonese attraverso un amico imprenditore che opera nel settore dell’abbigliamento sportivo. Il presidente Nino Grasso e il sindaco Materia hanno subito chiarito la necessità di dar la precedenza ad eventuali cordate locali, ma evidentemente nessuno si è fatto avanti in modo concreto e deciso.

Igea Virtus

I tifosi dell’Igea Virtus a Ercolano (foto Andrea D Amico)

Longo è rimasto alla finestra fino all’affondo decisivo di mercoledì, quando con i dirigenti barcellonesi si è fatto il punto sulla situazione economica del club. C’è ancora qualche dettaglio che sarà limato entro questo fine settimana, ma l’annuncio ufficiale dato dalla stessa società fa capire come il più sembra ormai fatto. Nel progetto imprenditoriale di Longo, però, l’Igea Virtus rappresenta solo il primo importante passaggio nel tentativo di penetrazione nel territorio. L’imprenditore jesino ormai da diversi anni ha accantonato il settore delle costruzioni, investendo nel settore turistico e commerciale, come supermercati, ristoranti, alberghi e discoteche. Prova ne è la creazione di un’importante realtà turistica nel siracusano, un progetto che Longo ha in mente anche per il territorio barcellonese con la creazione di strutture turistiche e commerciali in tutto l’hinterland.

Commenta su Facebook

commenti