Igea, Della Guardia: “Gara dai due volti”. Di Gaetano: “Concretizziamo poco”

Igea VirtusDistefano e Longo in azione (foto Salvo Miano)

L’Igea Virtus ha incassato il terzo ko nelle ultime quattro uscite contro il Canicattì, specialista dei blitz in trasferta (già cinque). Il difensore Angelo Della Guardia è amareggiato perché i barcellonesi avrebbero dovuto chiudere in vantaggio il primo tempo: “È stata una partita dai due volti e nel primo tempo ci è mancato soltanto il gol. Non abbiamo rischiato nulla e credo che si sia vista pure una bella squadra sotto l’aspetto della fame agonistica. Credevamo di portare la vittoria a casa”.

Igea Virtus

Alberto Leone gestisce un possesso (foto Salvo Miano)

Nella ripresa un calo simile a quello costato caro sul campo del Real Casalnuovo: “Nel secondo, come ci è successo da un po’ di tempo a questa parte, una volta subito il gol ci è mancata la forza di reagire e abbiamo subito anche il secondo. Abbiamo avuto un sussulto e una volta riaperta la partita abbiamo cercato di pareggiare. Per noi questo punto sarebbe stato fondamentale, considerata come si era messa la partita. Siamo molto delusi”. 

Il +6 sulla zona playout è attenuato dall’amarezza per il -8 dai playoff: “L’obiettivo è la salvezza e va ricordato che non abbiamo in classifica i tre punti di Lamezia. Siamo un gruppo ambizioso e lo è la società, quindi dobbiamo dare tutti qualcosa in più perché tutte le componenti lo meritano. I tifosi? Gli va detto solo grazie, hanno capito il momento. Abbiamo preso gol nelle uniche due azioni subite, ma dobbiamo cercare di non deluderli”.

Igea Virtus

L’Igea è stata sconfitta dal Canicattì (foto Salvo Miano)

Il tecnico Francesco Di Gaetano è amareggiato: “Se qualcuno mi avesse detto a fine primo tempo che avremmo perso lo avrei perso per pazzo. Nel calcio tutto cambia in poco tempo. Staropoli tante volte ha salvato il risultato ed è stato determinante in positivo. Dopo anni ha commesso un errore ma il problema non è quell’episodio ma il fatto che non finalizziamo la mole di gioco creata. Anche il secondo gol arriva su un calcio piazzato, con sei uomini nostri contro i due del Canicattì. Fa piacere vedere il tifo organizzato sostenere comunque la squadra. L’obiettivo potrà essere raggiunto anche all’ultima giornata di campionato ma la squadra sta raccogliendo meno di quello che avrebbe meritato fino ad oggi”. Domenica prossima è in programma una trasferta determinante a Locri, contro una diretta concorrente.

Autori

+ posts
+ posts

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma per 6 anni. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, nel 2023 assistente amministrativo in un istituto secondario a Piacenza